Il Pisa tiene botta, si difende con ordine di fronte alla manovra insistita e convinta del Chievo nel primo quarto d’ora di gioco, e poi colpisce ancora con l’implacabile Marconi. I padroni di casa prima dell’intervallo riesce a rendersi pericoloso soltanto in seguito ad uno svarione della difesa nerazzurra, che si apre lasciando una voragine centrale nella quale si incunea Meggiorini. Gori è prodigioso sul suo diagonale. Nella ripresa Marconi lancia in paradiso i mille giunti da Pisa con un’altra incornata da centro area. Poi però il Chievo reagisce di nervi e carattere e con caparbietà trova il pareggio finale: due gol da fuori di Segre e Dickmann allungano a 27 la striscia di risultati positivi consecutivi. Anche se un pizzico di rammarico rimane per i due gol rimontati.

La partita

Quarta giornata di campionato con il Pisa impegnato sul campo del Chievoverona. Al “Bentegodi” i nerazzurri arrivano lanciati dalla clamorosa serie di 26 risultati utili consecutivi e dalla strepitosa vittoria di sei giorni fa in casa con la Cremonese. Rispetto all’undici iniziale che ha schiantato i grigiorossi, mister D’Angelo toglie Marin e lancia dal 1′ Siega in mezzo al campo, per dare qualità e palleggio alla manovra. In difesa ritorna dalla squalifica Benedetti, mentre in attacco trova conferma il tandem composto da Marconi e Masucci. Marcolini, per il Chievo, sostituisce gli infortunati Vaisanen e Giaccherini con Rigione e Vignato, lasciando intatta la coppia offensiva formata da Meggiorini e Djordjevic.

Parte decisamente meglio il Chievo, che nel primo quarto d’ora esercita un netto predominio territoriale gestendo il pallone con precisione nella metà campo nerazzurra. Vignato è il più attivo dei gialloblu, abile ad agire in mezzo alle linee di metà campo e attacco senza incontrare l’opposizione di Gucher e Verna. Di pericoli però Gori non ne corre: la manovra clivense si sviluppa bene fino alla trequarti, ma poi il muro nerazzurro stoppa la manovra. Gli uomini di D’Angelo rispondono da grande squadra, colpendo alla prima vera sortita offensiva. Marconi disegna il campo aprendo per Belli sulla fascia destra. Il terzino punta Brivio e una volta arrivato sul fondo crossa sul secondo palo, dove Semper non esce e la difesa clivense non chiude: Marconi schiaccia di testa e porta in vantaggio il Pisa. I padroni di casa rispondono al 28′ e c’è bisogno del miglior Gori per chiudere la saracinesca in faccia a Meggiorini. Il centravanti clivense approfitta di uno svarione difensivo dei nerazzurri per involarsi al centro verso l’area pisana: mira l’angolino alla sinistra di Gori, ma il portiere nerazzurro devia in corner.

Pronti-via, il secondo tempo si apre con un’occasionissima del Chievo. Al 48′ Djordjevic con astuzia soffia la sfera a De Vitis nei pressi della linea di fondo e serve a centro area Segre: piattone a colpo sicuro e miracolo – il secondo della serata – di Gori. Ma come è accaduto nel primo tempo, il Pisa nell’immediato ribaltamento di fronte colpisce. Al 55′ Belli si ripete destinando un altro cross telecomandato sulla testa di Marconi, tutto solo nel cuore dell’area clivense: frustata di testa e raddoppio nerazzurro. La reazione dei padroni di casa stavolta è vincente e un quarto d’ora dopo il raddoppio nerazzurro trovano il gol che ridà fiato alle loro speranze. Segre è bravo a farsi trovare pronto sull’appoggio al limite dell’area di Rodriguez: rasoiata di destro e palla nell’angolino. Il Pisa accusa il colpo e abbassa il suo baricentro per proteggere il vantaggio, ma al 79′ grazie ad un altro tiro da fuori il Chievo pareggia. Dickmann vince un rimpallo fortuito con Marin e poi con un sinistro rasoterra spedisce la palla alle spalle dell’incolpevole Gori. Nel finale il Pisa si chiude e difende il pareggio senza grosse preoccupazioni.

Il tabellino

Chievo – Pisa 2-2

Chievo (4-3-1-2): Semper; Brivio, Rigione, Cesar, Dickmann; Segre, Esposito (65′ Garritano), Obi (89′ Pina); Vignato; Meggiorini (46′ Rodriguez), Djordjevic. All. Marcolini

Pisa (3-5-2); Gori; Benedetti, De Vitis (81′ Ingrosso), Aya; Lisi (54′ Pinato), Siega (54′ Marin), Gucher, Verna, Belli; Marconi, Masucci. All. D’Angelo

Reti: 18′ Marconi (P), 56′ Marconi (P), 69′ Segre (C), 79′ Dickmann (C)

Ammoniti: Lisi (P), Meggiorini (C), Belli (P)

Note: arbitro Daniel Amabile; angoli 4-1 (2-0); recupero 1′ e 5′