È stato revocato, in via di autotutela amministrativa, il provvedimento del 22 agosto scorso in merito alla gara per l’affidamento del servizio di vigilanza sugli immobili di proprietà comunale. Il dirigente ritiene infatti che siano necessari approfondimenti sulle prestazioni richieste prima di indire nuovamente la gara.

«Trattandosi di un provvedimento sperimentale, che peraltro consideriamo molto importante sul piano della sicurezza – dice l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – abbiamo ritenuto opportuno dare maggiore tempo agli uffici di svolgere i necessari approfondimenti tecnico giuridici. Nelle prossime settimane sarà emanato il nuovo bando che terrà conto dell’esito di detti approfondimenti. Nessun ripensamento, dunque, ma solo la volontà di emettere un atto che sia ancora più efficace e incisivo nel fornire servizi più attinenti ai bisogni del territorio».

Nonostante l’interesse dimostrato da alcune imprese del settore, l’affidamento non era stato assegnato né valutate le documentazioni prodotti dai partecipanti. Le prossime settimane serviranno ad una maggiore definizione delle prestazioni richieste all’impresa aggiudicataria sia in termini di tipologia dei servizi richiesti che delle relative certificazioni.