Ieri sera dagli studi di PisainVideo è andata in onda la terza puntata stagionale di “Eoraparloio“. Uno degli ospiti telefonici della trasmissione condotta da Giovanni e Riccardo è stato Cristiano Caleri, in nerazzurro nella stagione di Serie D 2009-2010 e adesso direttore sportivo della Sangiovannese. Prima di parlare della sua ex squadra, il Ds spiega la sua nuova realtà: “In panchina c’è Simone Calori. Abbiamo ricreato un pezzo di Pisa a Sa Giovanni Valdarno e proviamo a toglierci qualche soddisfazione“.

Calori è un entusiasta della nuova professione – commenta Caleri – rispetto a quando era calciatore, è ancora più maniacale nella preparazione degli allenamenti. Ci mette il cuore“. L’ex mediano nerazzurro passa poi a commentare il Pisa, affermando con convinzione che “la società ha fatto bene a dare continuità al progetto sportivo e tecnico. Hanno le idee chiare e sanno benissimo come centrare gli obiettivi“. “Naturalmente il campo è l’ultimo e più importante giudice – prosegue – sono soltanto i risultati che determinano il successo della stagione“.

Dall’esterno il Pisa dà un’immagine molto solida e competitiva. Io sono convinto che nel campionato di Serie B ci sia lo spazio per una grande annata dei nerazzurri. Il gruppo a disposizione di D’Angelo ha tanta fame e voglia di dimostrare il proprio valore in una categoria che in molti non hanno mai fatto”. “Anche il dato degli abbonamenti è emblematico: oltre 5.200 tessere è un numero altissimo – conclude Caleri – la spinta del pubblico è determinante anche in B. E il pubblico pisano sa come mettere le ali alla squadra durante le partite“.