E già vigilia rispetto al match che i nerazzurri giocheranno domani sera alle ore 21.00 allo Stadio “Curi” di Perugia in quella che sarà la partita inaugurale di questa 7^ giornata del campionato cadetto. Come di consueto ha parlato ai mezzi stampa Mister Luca D’Angelo che ha anticipato i suoi pensieri sulla sfida che attende i nerazzurri. Ecco di seguito le sue dichiarazioni:

Per la sfida di domani recuperiamo tra i convocati Liotti e Ingrosso mentre saranno assenti Benedetti per squalifica oltre ad Asencio e Moscardelli che non sono ancora recuperati. Nella gara di domani dovremo essere intelligenti perchè affrontiamo una squadra con grandi ambizioni in un campo caldo e ostico, tatticamente dovremo essere bravi a metterli in difficoltà tenendo presente quali sono le nostre qualità”.

Dopo i pareggi di Verona e Venezia, che a mio parere sono state due gare molto diverse, sappiamo che in trasferta siamo una squadra che può dare noia a tutti. In quei due casi non sono arrivati i tre punti per episodi e poca lucidità con lo scorrere dei minuti, in Serie B appena molli un attimo ti puniscono è questa credo la maggiore differenza rispetto allo scorso anno. Non devi mai uscire dalla partite e devi mettere in conto che in alcuni momenti delle partite sei quasi costretto a soffrire.”

Dopo l’autogol Pinato era dispiaciuto ma penso abbia fatto un’ottima gara, è un giocatore che mi piace molto e che ci può dare una grossa mano. Il Perugia è’ una grande squadra, hanno fatto una grande partita col Frosinone, mentre con l’Empoli c’è stato un passaggio a vuoto, ma dobbiamo essere molto concentrati.”

Poi conclude – “Oddo è un allenatore molto bravo e preparato, sicuramente ci avrà studiato e avrà allenato i suoi in settimana per metterci in difficoltà. Sarà un derby abruzzese tra me e lui. Faccio fatica a definirmi come allenatore, in alcune piazze mi definiscono come un catenacciaro, mentre altrove tutto l’opposto. Io cerco solo di sfruttare la caratteristiche dei miei giocatori.”

Iemmello e Marconi stanno facendo molto bene e sarà bello vederli di fronte. Penso che siano due giocatori comunque molto diversi: Iemmello è uno stoccatore, mentre Marconi è più un uomo squadra e centrocampo di manovra.”