Una sorta di testa-coda quello che andrà in scena questo pomeriggio ore 17.30 fra Pontedera e Lecco, i granata si trovano al terzo posto a 25 mentre i lombardi occupano la terzultima posizione ad 11. Guardando i numeri e alle statistiche (solo a quelle) sembrerebbe una gara alla portata per la compagine di Ivan Maraia ma non è così. Anche perchè la compagine di D’Agostino ha mostrato segnali di ripresa nelle ultime due trasferte, espugnando Carrara. Concetto ripetuto in settimana nel clan granata, il Pontedera arriva dalla terza sconfitta stagionale conseguita a Gorgonzola con l’Albinoleffe, anche se non si è trattato di una gara da buttare.

Per la prima volta Maraia può disporre di tutti gli elementi a propria disposizione, Piana e Tommasini molto probabilmente si accomoderanno in panchina. Il modulo sarà il 3-5-2 con i soliti ballottaggi in difesa (quattro giocatori per tre maglie) e a centrocampo, dove in quattro si giocano i due posti a fianco di Caponi con Pavan e Mannini sulle fasce pronti ad innescare De Cenco e Semprini.

Le probabili formazioni

PONTEDERA (3-5-2): Mazzini; Risaliti, Benassai, Ropolo; Pavan, Calcagni, Caponi, Barba, Mannini; De Cenco, Semprini. A disp. Sarri, Bianchi, Cicagna, Bardini,  Piana, Bruzzo, Bernardini, Serena, Salvi, Giuliani, Negro, Tommasini. All. Maraia.

LECCO (3-4-3): Safarikas; Merli Sala, Malgrati, Procopio; Carissoni, Bobb, Moleri, Pastore; Giudici, Capogna, Strambelli. A disp. Pulzi, Magonara, Vignati, Marchesi, Nivokazi, Ferrara, Maffei, Nacci, Lisai, Scaccabarozzi, Negro, D’Anna, Fall.  All. D’Agostino.

Arbitro: Andrea Bordin di Bassano del Grappa. Assistenti (D’Ilario/Iacovacci).