In Valdera e in Alta val di Cecina, sono circa 100 i ragazzi con disabilità grave che da un anno stanno seguendo il percorso sul “Dopo di Noi”, grazie al progetto triennale “VaLLicando Confini”, sostenuto dalla Società della Salute Alta val di Cecina e Valdera e dalle associazioni e cooperative del territorio come Agape, Arnera, Idealcoop, il Cammino e Misericordia di Fornacette. Un apporto importante, a partire dalla progettazione, è arrivato dalle associazioni dei famigliari che hanno messo  a disposizione le proprie competenze ed esperienze anche attraverso gruppi di mutuo-auto-aiuto e di auto-formazione.

Il percorso, finalizzato ad accrescere l’autonomia, il benessere e l’integrazione sociale, è articolato in tre diversi ambiti. Il primo è orientato su laboratori incentrati sull’autonomia e su piccole esperienze di residenzialità al di fuori del nucleo familiare; il secondo  prevede  diverse attività di sviluppo delle competenze, con particolare riferimento all’accrescimento della consapevolezza e al sostegno alle potenzialità; l’ultimo, più complesso, è una sperimentazione concreta di residenzialità a lungo termine nei due appartamenti presenti in Valdera e in Alta Val di Cecina, dove vengono riprodotte le  condizioni abitative e relazionali del contesto familiare.