Alla vigilia della sfida contro il Perugia (domani ore 15) ha parlato come di consueto in conferenza stampa Mister Luca D’Angelo che ha anticipato ai giornalisti i suoi pensieri e le tematiche che vedranno protagonisti i nerazzurri in questo match. L’obiettivo è semplice: tornare a vincere in casa. Ecco di seguito le dichiarazioni del Mister:

Il Perugia rimane una squadra forte nonostante le assenze di domani, noi sappiamo che dobbiamo fare il risultato in tutti i modi ed invertire la rotta delle partite casalinghe perché è un delitto il fatto di non sfruttare il fattore casalingo con un pubblico del genere. Ho preso in considerazione la possibilità di usare entrambi i diversi moduli ma a mio avviso anche con il 4-3-1-2 abbiamo fatto bene, non mi faccio condizionare dalla mancanza di risultati per il modulo. Dobbiamo giocare con rabbia, il modulo è relativo, la differenza la fa l’atteggiamento nel voler a tutti i costi ottenere risultato.”

Con il Venezia forse dovevo essere più attento a livello morale mentre invece a fine primo tempo ho insistito sulle questioni tattiche, la squadra probabilmente andava spronata meglio. La squadra ha voglia, si è allenata alla grande come praticamente sempre, non mi posso lamentare sui ragazzi, capiscono le situazioni e sanno cosa fare per migliorare. Ovviamente lo scoramento non manca sopratutto perché alcuni risultati dovevano essere diversi. Il Presidente è sempre presente anche se non ha parlato con i ragazzi, viene sempre agli allenamenti e ci fa sentire il suo supporto.”

La voglia di riscatto è veramente tanta, fisicamente stiamo tutti bene. Ingrosso e Meroni domani saranno a disposizione completa della squadra da Crotone in poi, domani probabilmente comunque almeno uno lo porterò in panchina. Credo Meroni perché si è allenato di più con la squadra. E’ vero a livello difensivo commettiamo errori di reparto, stiamo provando a trovare delle contromosse efficaci su questo aspetto. I tifosi ci saranno vicino, lo sappiamo, li conosciamo, meritano sicuramente risultati differenti. Mi aspetto la solita Arena pronta a dare tutto, sta a noi ripagarli.”

Vido sta bene può giocare sia di punta che sotto le punte, lo possiamo utilizzare in tutte e due le situazioni. E’ un giocatore bravo ad entrare a partita in corso, questo non vuol dire che non potremmo rivederlo anche dall’inizio. I centrocampisti li abbiamo più offensivi che difensivi, Marin e De Vitis bilanciano un po’ questo aspetto, per domani devo ancora scegliere se fare un centrocampo più propositivo o più strutturato dal punto di vista della corsa.”

E poi conclude – “Sul caso coronavirus ho seguito poco, ho ascoltato i massimi esperti e mi fido di loro così come mi fido delle persone che prendono le decisioni. In Italia abbiamo delle eccellenze per farlo. Credo che la Serie B giocando metà a porte chiuse e metà aperte sicuramente non sia bello, fortunatamente noi al momento non abbiamo problemi, io mi auguro che si giochino tutte le gare perché anche solo un rinvio potrebbe falsificare e a quel punto è meglio rinviare tutta la giornata. Sul turnover visto che Martedì si va già a Crotone posso dire che sicuramente vedremo qualche cambiamento perché giocare 3 volte in 7 giorni non è facile. Marconi ad Empoli ha giocato una buona partita, Sabato ha faticato un po’ di più ma confido in lui perché è un giocatore fondamentale per noi.”