Alla Libreria Civico 14 di Marina di Pisa si terrà un corso di scrittura creativa, diviso in cinque incontri, uno al mese a partire dal 12 febbraio e fino al 3 giugno, dalle 18,30 alle 20. A tenerlo è Paola Alberti. Giornalista e scrittrice di gialli, la Alberti è presidente del Premio Letterario Europa, l’unico in Italia riservato alla narrativa noir al femminile. È stata allieva di Vincenzo Cerami e di Dacia Maraini. Ha scritto per «Panorama» e «Il Tirreno» e ha condotto una rubrica tv sui libri. Ha fondato a Pisa nel ‘96 il movimento letterario Penne arrabbiate. Tra i suoi libri: Il delitto si addice a Eva (Jaca Book, 2002), oggetto di una tesi di laurea della Ca’ Foscari di Venezia, Lezioni di cattiveria (Laurum 2006), A cena con l’assassino (2009), Angela, Lucio e le erbe cattive (C&P Adver Effigi 2014), Contatti (2016) e Uno studio in giallo. Indagine sul poliziesco (ETS 2019). Ha fondato nel 2004 insieme al giornalista Franco De Rossi la Compagnia del Delitto, specializzata in murder party.

L’obiettivo del corso è quello di fornire le nozioni elementari del mestiere e della tecnica che permettono di scrivere un racconto e un romanzo con trama e intreccio narrativo formalmente corretti, giocando e divertendosi con le parole e con i testi.

Apprendere le tecniche della scrittura è anche un modo per creare nuovi mondi e un strumento giocoso per imparare a rapportarsi diversamente con se stessi e con gli altri. Scrivere, infatti, è mettersi in gioco, utilizzando un potente strumento, il linguaggio. Le parole, al di là del loro significato, sono suoni e soprattutto energia che agisce sulla nostra psiche, rendendo possibile anche un’azione sulla realtà. Il potere delle parole è grande e ci permette di giocare allo straniamento o all’identificazione.