Si terrà domani lunedì 3 febbraio alle Officine Garibaldi a Pisa il seminario “Urban Healt: Buone pratiche per orientare le politiche urbane a produrre un miglioramento dell’invecchiamento in salute” che vuol essere un momento di restituzione dei risultati di un’iniziativa portata avanti su alcuni territori dell’Azienda USL Toscana nord ovest nell’ambito di un importante progetto a carattere nazionale.

Si è infatti conclusa nei comuni di Calci, Pisa, Pontedera, Pomarance l’iniziativa MOVI-MENTI organizzata dalla struttura di Educazione e promozione della salute area Centro – zona pisana dell’Asl Toscana nord ovest, in collaborazione con l’Università di Pisa – Dipartimento di patologia chirurgica, medica, molecolare e dell’Area critica e con il Centro di riferimento regionale per gli infortuni e le malattie professionali (CeRIMP) della Regione Toscana.

Il progetto si è svolto con il supporto tecnico della Società della Salute Pisana e della Società della Salute Alta Val di Cecina/Valdera e con il coinvolgimento degli enti del terzo settore.

Si è trattato in pratica di uno studio d’intervento educazionale finalizzato alla valutazione dell’impatto sull’invecchiamento in salute di percorsi benessere, in ambienti arricchiti da stimoli naturali, culturali e sociali, nei quali sono state proposte pratiche di allenamento alla consapevolezza.

Queste pratiche, infatti, possono rappresentare un’opportunità di “profitto umano” derivante dall’ascolto di sé stessi, dall’interazione con l’altro e dall’incoraggiamento a sani stili di vita con particolare riferimento all’attività fisica.

Lo studio si colloca nel progetto 2017 del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CMM) dal titolo “Urban Health: buone pratiche per la valutazione di impatto sulla salute degli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana e ambientale” . In questo caso i partner del progetto, oltre all’Azienda USL Toscana nord ovest, sono la Regione Lombardia, il Politecnico di Milano, l’ATS di Pavia, l’ATS di Bergamo (delegata al coordinamento del progetto dalla Regione Lombardia), la Asl 3 Piemonte, la Asl di Taranto.

I percorsi di gruppo, condotti da personale sanitario dell’Educazione e promozione della salute dell’Azienda USL Toscana nord ovest,  hanno visto coinvolti adulti, over 55, di entrambi i generi, lavoratori e non lavoratori,  e si sono svolti con  impegno settimanale, da aprile a giugno 2019 e da ottobre a dicembre 2019. Ha partecipato agli incontri un totale di 103 persone, 32 a Pisa, 17 a Calci, 23 a Pomarance e 31 a Pontedera.

I percorsi all’aperto sono stati inizialmente individuati in collaborazione con i Comuni e successivamente arricchiti dal contributo fornito dalle osservazioni e suggerimenti da parte degli stessi partecipanti.

Nel corso del seminario del 3 febbraio 2020 alle Officine Garibaldi saranno condivise con gli operatori sanitari oltre che con gli stakeholder – Società della Salute, Comuni, Enti del terzo settore – le attività svolte e le riflessioni scaturite dall’esperienza con l’auspicio che la partecipazione attiva alla creazione e valorizzazione di ambienti arricchiti, nell’ottica della promozione della salute, possa diventare una pratica a sistema.