A pochissimi giorni dal trentennale della morte di Keith Haring, il libro per ragazzi e bambini (ma anche adulti) scritto dalle giornaliste Francesca Bianchi ed Elisa Bani, fa tappa alla alla Biblioteca Molina Mon Amour.

“Pisa è Tuttomondo! Il murale di Keith Haring raccontato alle nuove generazioni” (Marchetti Editore) sarà presentato mercoledì 19 febbraio alle 17 nei locali di via Statale Abetone, 132 a Molina di Quosa (sede Soms-Società Operaia di Mutuo Soccorso).

Ingresso libero. Ad intervistare le autrici sarà il giornalista Francesco Bondielli.

Il libro in breve

Nel giugno 1989 Keith Haring omaggiò la città di Pisa creando il murale Tuttomondo. A distanza di 30 anni, questo libro, scritto dalle giornaliste pisane Francesca Bianchi ed Elisa Bani, vuole festeggiare il murale, con i suoi tanti significati, raccontandolo alle nuove generazioni.

Il libro parte da un approfondimento sulla vita di Keith Haring, per passare poi a parlare del murale vero e proprio. Viene ricordata – con gli occhi di chi c’era e l’ha vissuta sulla pelle – la settimana in cui è stato creato il murale, e poi vengono analizzate, in una sezione apposita, alcune delle figure principali che compongono l’opera. Per ogni figura (disegnata a colori nel libro), sono tracciate alcune righe in cui i bambini e le bambine possono scrivere il significato della figura stessa. Alla pagina successiva viene fornita una proposta di “spiegazione”.

Per concludere, una colorata mappa dei dintorni del murale, con alcuni suggerimenti di locali dove poter trascorrere del tempo di qualità.

All’interno del libro: il murale in b/n, da colorare.

Con un saluto di Marco Malvaldi e la prefazione di Francesco Moretti.

Il libro vede la collaborazione di Avis Pisa, per la promozione della cultura del dono.

Il libro è integralmente illustrato da Matteo Simili, studente di una scuola secondaria inferiore pisana.

Info: www.marchettieditore.it