Prosegue il momento negativo per il Pontedera, superato al “Mannucci” anche dall’Alessandria dopo aver ceduto l’intera posta sette giorni fa contro l’Alessandria. Arriva così la terza sconfitta consecutiva per i granata, adesso scivolati al quarto posto con Robur Siena e gli stessi piemontesi a sole due lunghezze. La squadra fatica a ritrovare quella brillantezza che aveva permesso nel girone di andata di stazionare a lungo al secondo posto, anche se la distanza adesso è di tre lunghezze. Contro i piemontesi è andata in scena una gara sullo stesso canovaccio delle precedenti, dove i granata sono stati puniti eccessivamente per quanto espresso sul rettangolo di gioco: decisivo l’errore di Bernardini che ha favorito la stoccata vincente di Martignago.

Ivan Maraia si affida al 3-5-2 con Risaliti, Piana e Benassai in difesa. A centrocampo Mezzoni e Visconti sulle corsie esterne, supportati da Bruzzo, Caponi e Barba con De Cenco e Semprini riferimenti offensivi. Gli ospiti rispondono con un quasi speculare 3-4-1-2, dove Chiarello viene schierato nel ruolo di trequartista alle spalle di Martignago ed Eusepi. La prima frazione non offre molte emozioni se non un possesso palla ospite piuttosto sterile, i granata tengono il campo senza riuscire ad incidere.

Nella ripresa Il Pontedera avrebbe la possibilità di passare in vantaggio prima con Benassai con palla che colpisce il palo, poi De Cenco, ma il suo destro non inquadra la porta di Valentini. Quando la partita sembra essere avviata verso il pareggio, arriva il vantaggio ospite firmato da Martignago, abile a sfruttare un errore in disimpegno di Bernardini.

PONTEDERA-ALESSANDRIA 0-1

PONTEDERA (3-5-2): Sarri; Risaliti, Piana, Benassai; Mezzoni (28’st Pavan), Bruzzo (28’st Bernardini), Caponi, Barba, Visconti (18’st Ropolo); Semprini, De Cenco. A disposizione: Bianchi, Cardelli, Giuliani, Salvi, Bardini, Offidani, Balloni, Fiscella. All. Ivan Maraia.

ALESSANDRIA (3-4-1-2): Valentini; Dossena, Cosenza, Prestia; Cleur, Silcjic (38’st Castellano), Gazzi (30’st Casarini), Celia; Chiarello (18’st Di Quinzio); Martignago (38’st Sartore), Eusepi. A disposizione: Crisanto, Sciacca, Gilli, Gerace, Gjura, Mhamsi, Macchioni. All. Angelo Gregucci.

ARBITRO: Sajmir Kumara di Verona. Assistenti: Cerilli e Pressato di Latina.

RETE: 78′ Martignago

NOTE: ammoniti Caponi, Piana, Cleur, Visconti, Ropolo e Risaliti. Calci d’angolo: 1-4. Recupero: 1’- 4’