Scuola primaria “Mameli” di Mezzana: siamo alla fase di aggiudicazione definitiva della gara per il rifacimento del tetto dell’edificio, per eliminare una volta per tutte le infiltrazioni.
La cifra stanziata ammonta a oltre 70 mila euro e presto potranno partire i lavori.


Nel dettaglio.


Sarà effettuata la sostituzione del manto di copertura in tegole marsigliesi: questa rimozione permetterà la realizzazione di una soletta in calcestruzzo armata con rete elettrosaldata, che avrà una funzione di collegamento della struttura di copertura e creerà una superficie piana su cui saldare una membrana impermeabilizzante. La posa del nuovo manto completerà le lavorazioni migliorando notevolmente le caratteristiche dell’intera copertura.
Nella parte di edificio destinata a disimpegno e spogliatoi saranno realizzati lavori per limitare le possibilità di ostruzione dei discendenti e per agevolare il deflusso delle acque dalla copertura al terreno.
In particolare, l’attuale copertura piana del disimpegno verrà eliminata e sostituita con una copertura in lamiera. Sulla copertura piana degli spogliatoi verrà revisionato l’intero canale di raccolta delle acque.
Internamente all’edificio, è prevista la raschiatura della verniciatura distaccatasi dal soffitto in metallo del disimpegno e la nuova verniciatura, oltre alla raschiatura della tinteggiatura delle pareti e dei soffitti degli spogliatoi, deteriorate dalle infiltrazioni e la nuova tinteggiatura.
Infine, verrà realizzato un sistema anticaduta a norma su tutta la superficie della copertura.


“Un’opera importante per la sicurezza e la qualità della vita degli studenti – fanno sapere il sindaco Sergio Di Maio e l’assessora all’istruzione Lara Ceccarelli -. Qualche settimana fa avevamo confermato i passi avanti per questo intervento molto atteso. Adesso ci siamo: la fase di aggiudicazione definitiva della gara ci consente di programmare l’inizio dei lavori per sistemare definitivamente la scuola: saranno eliminati i problemi di infiltrazione e di conseguenza messa in sicurezza la scuola.
Ogni euro speso nella scuola, vale doppio. Diamo seguito alle nostre molteplici dichiarazioni di intenti in campagna elettorale: la scuola al primo posto per distacco”.