Comunicasi che, nel pomeriggio di ieri, una volante del Commissariato P.S. di Pontedera, in servizio di prevenzione e controllo del territorio, nel corso della giornaliera attività a tutela della salute pubblica prevista dai recenti decreti emanati per l’emergenza Covid 19, in Pontedera, ha fermato un’autovettura con a bordo un uomo e tre giovani.
Chieste le motivazioni sul fatto che in quattro si trovassero in auto in un comune diverso da quello di residenza (Calcinaia), la risposta disarmante è stata che volevano andare in un supermercato a dare un’occhiata in giro.
Dagli accertamenti è risultato che l’autista K.S. 37enne era ricercato per un residuo pena di quasi otto mesi per i reati di sequestro di persona, prostituzione minorile e lesioni, mentre gli altri tre, un rumeno di 22 anni e due fratelli italiani di 19 e 20, avevano diversi precedenti di polizia.
Accompagnati in ufficio, tutti e quattro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Pisa per il reato di inosservanza di un provvedimento dell’autorità (650 C.P.) mentre l’uomo albanese alla guida è stato tratto in arresto e condotto alla Casa Circondariale di Pisa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.