Si fermano anche i centri diurni per anziani e disabili: da domani fino almeno al 3 aprile resteranno chiusi per ridurre al minimo spostamenti e contatti fra le persone allo scopo di arginare la diffusione del Coronavirus.

Il provvedimento è stato preso dalla Società della Salute sentiti i sindaci dei Comuni della Zona Pisana. “Siamo consapevoli dei disagi che quest’intervento potrà creare nella vita di tante famiglie ma è un provvedimento che si è reso necessario per la situazione di emergenza sanitaria che sta coinvolgendo il nostro Paese e per ridurre il più possibile i rischi di contagio per utenti e operatori delle strutture – spiegano Gianna Gambaccini e Sabina Ghili, rispettivamente, presidente e direttrice della Società della Salute della Zona Pisana -. Non vogliamo, comunque, lasciare sole le famiglie proprio in questo momento: per questo abbiamo deciso di destinare all’assistenza domiciliare le risorse che, inevitabilmente, non spenderemo per la chiusura delle strutture”. Le famiglie con persone disabili e anziani a carico potranno contattare l’assistente sociale di riferimento per definire gli interventi di assistenza domiciliare più opportuni.

Da oggi sono chiusi al pubblico anche i Punti Insieme, le porte uniche d’accesso ai servizi per gli anziani non autosufficienti. Gli sportelli, comunque, continueranno a lavorare via mail (puntoinsiemepisa@usl5.toscana.it) e telefonicamente ai seguenti numeri: 050.959859 per quanto riguarda Pisa (il lunedì dalle 9 alle 12, il mercoledì dalle 9 alle 13, il giovedi dalle 16 alle 18 e il venerdì dalle 10 alle 12;050.954733 e 050.954701 per Cascina (martedì dalle 9 alle 12.30) e 050.954759 per Vecchiano (il martedì dalle 9 alle 13).