Confesercenti Toscana Nord con le sue due aree Pisa e Monti Pisani lancia la campagna “spesa sospesa” per dare un sostegno concreto a quelle famiglie in difficoltà a causa di questa emergenza Coronavirus. “Abbiamo preso spunto dalla lodevole iniziata lanciata a Calci dal sindaco Massimiliano Ghimenti – spiega la presidente Monti Pisani Laura Grassi – e cioè di istituire nei negozi di vicinato di alimentari dei contenitori dove i clienti possono mettere generi di prima necessità da destinare a chi ha davvero bisogno. Una vera e propria ‘spesa sospesa’. Per questo abbiamo invitato i nostri soci ad attrezzare nel proprio negozio uno spazio per questa iniziativa”. Confesercenti Toscana Nord impegnata anche nel progetto della spesa solidale con i buoni che il governo ha affidato ai Comuni. “Abbiamo dato la nostra disponibilità – aggiunge Simone Romoli, responsabile area pisana – ad indicare le attività che sono pronte ad accettare i buoni spesa. Va infatti chiarito che questo sostegno che il governo ha predisposto attraverso i Comuni per le persone bisognose può essere speso anche nei negozi tradizionali. Sono esclusi pubblici esercizi, attività di somministrazione e gastronomie e simili in quanto i voucher riguardano l’acquisto di generi alimentari confezionati come da ordinanza della protezione civile”.