Tante aziende del territorio hanno convertito la loro produzione per realizzare mascherine o altri dispositivi di protezione, ma tutti proprio tutti intendono aiutare e stare vicino a chi sta vivendo un momento di particolare difficoltà.

E’ il caso, ad esempio, della ditta Biancoforno che ha regalato 24 scatole piene dei loro prodotti (circa 300 confezioni) al Comune di Calcinaia che, a sua volta, le ha già smistate a due associazioni del territorio, precisamente la Misericordia di Fornacette e la San Vincenzo de’ Paoli di Calcinaia con il preciso obbiettivo di fare arrivare le proprie delizie ai cittadini che, in questo delicato frangente, stanno vivendo un momento di difficoltà.

L’iniziativa, chiamata “Vicini con dolcezza!” prevede che Misericordia e San Vincenzo distribuiscano i prodotti dell’azienda Biancoforno alle famiglie del territorio.

“Voglio ringraziare i fratelli Lami per questa donazione – dichiara il Sindaco Cristiano Alderigi – che renderà sicuramente meno amaro questo stop forzato a molte famiglie che vivono nel nostro territorio e si trovano in difficoltà in questo momento che non ha precedenti nella storia recente. E’ bello poter contare su attività produttive che comprendono le necessità della nostra comunità e cercano di fare il possibile per aiutarla”.

Questa invece la nota stampa del comune di Cascina:

Continuano i tanti gesti di solidarietà da parte di diverse aziende del territorio. Stavolta è stata l’azienda Biancoforno Spa di Fornacette a lanciare una bella (e dolce) iniziativa di solidarietà #vicinicondolcezza. Il sindaco f.f. di Cascina Dario Rollo si è recato presso lo stabilimento produttivo per ritirare oltre 500 confezioni di dolciumi che l’azienda ha voluto donare al comune. I dolci saranno consegnati alle associazioni del terzo settore che provvederanno a loro volta a confezionare i pacchi alimentari a favore delle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Il sindaco rivolge un ringraziamento a Franco e Luca Lami, titolari dell’azienda, che, nonostante il momento difficile, hanno dedicato parte della produzione a favore delle persone meno fortunate, al responsabile commerciale sig. Stefano Caturegli che è stato un importante contatto, e un grazie anche a tutti i dipendenti che, insieme alla proprietà, hanno deciso di devolvere una o più ore del loro salario a favore dell’Asl Toscana Nord Ovest. “Un gesto importante e concreto che cercherà di allietare la Santa Pasqua per molti nostri concittadini che stanno attraversando un periodo di difficoltà. Una prelibatezza del nostro territorio che sicuramente sarà apprezzata da coloro che riceveranno i pacchi alimentari”. Anche l’assessore al welfare, Costanza Settesoldi, che sta coordinando le attività di sostegno insieme al personale dell’ufficio sociale, rivolge un sentito ringraziamento all’azienda che ha donato i dolciumi. Anche in questa circostanza, Cascina sta lavorando insieme alle realtà imprenditoriali della zona per arrivare a chi ha più bisogno. Imprenditori del territorio che stanno facendo, come sempre, la loro parte e, insieme alla rete del volontariato fatta da tante associazioni del terzo settore, della protezione civile e tanti altri, stanno permettendo di fare arrivare centinaia di pacchi spesa alle famiglie più bisognose”. “E’ un momento storico in cui chiunque sia nella condizione di poterlo fare, dovrebbe sentire il dovere morale di portare il proprio contributo in base alle proprie possibilità così da contribuire al bene collettivo” affermano i titolari della Biancoforno Spa, Franco e Luca Lami. “Molti lo hanno già fatto e noi ci siamo uniti. Speriamo che nasca un circolo virtuoso di generosità. Solo così, con la solidarietà, potremo superare questa sciagura che ha colpito tutti noi”. Il comune di Cascina ha attivato anche la raccolta fondi, come previsto dall’ordinanza 658 del 23.3.2020 del Dipartimento di Protezione Civile. Chiunque lo volesse, può effettuare una donazione sul c.c.b. IT96V0856270910000030003016 intestato al Comune di Cascina con causale “Donazioni per solidarietà alimentare Covid 19”. Il ricavato sarà destinato per l’acquisto di buoni spesa o generi alimentari a favore delle famiglie colpite economicamente dall’emergenza Covid 19. Le spese saranno rendicontate, nel rispetto della privacy, sul sito del comune.