– Quest’anno la Provincia di Pisa, attraverso il finanziamento regionale, può rispondere al 100% delle richieste ricevute per il trasporto e l’assistenza alla persona di studenti diversamente abili per le scuole superiori, e procedere, dunque, alla ripartizione dei finanziamenti finalizzati alla realizzazione degli interventi di inclusione scolastica degli studenti disabili iscritti alle scuole superiori nell’a.s. 2019-20 (trasporto individualizzato e assistenza specialistica) e ammontanti a complessivi € 1.173.935,95. “Un finanziamento  – dichiara il Presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori – che consentirà a 63 studenti con disabilità varie, in tutto il territorio provinciale, di accedere a servizi di sostegno essenziali per poter frequentare i rispettivi istituti scolastici superiore” (nell’allegato la ripartizione territoriale degli studenti e dei finanziamenti)

 

 

In attuazione della Legge 104/1992, la Provincia di Pisa infatti, nel 2014, ha firmato un accordo di programma, avente durata triennale (Delibera G.P. n. 113 del 11/6/2014), il quale prevede tra i compiti della Provincia quello di “definire, in accordo con i Comuni, le modalità di gestione e di finanziamento del servizio di trasporto e di assistenza alla persona degli alunni disabili nelle scuole superiori, tenendo conto delle indicazioni della Regione Toscana”;

 

Nelle more del rinnovo dell’accordo di programma territoriale o della definizione di specifici accordi con i Comuni e le Società della Salute, i quali potranno essere sottoscritti tenendo conto dell’accordo in sede di Conferenza Unificata sopra citato e delle indicazioni della Regione Toscana, la Provincia  ha raccolto le indicazioni dalle Società della Salute del territorio provinciale e dai Comuni, sulla base di schede appositamente predisposte: le informazioni sulle spese preventivate nell’a.s. 2019/20 per il trasporto individualizzato e per l’assistenza specialistica degli studenti con disabilità frequentanti le scuole superiori di secondo grado e residenti nei comuni del territorio provinciale, ammontano a € 1.161.464,32.

“La quota residua di finanziamento statale e regionale non assegnato agli enti gestori degli interventi, pari a € 12.471,63 potrà essere utilizzata per coprire eventuali nuove esigenze non preventivate che emergessero entro il termine dell’anno scolastico 2019/20”, conclude il Presidente Angori.