L’appuntamento è alle 17.57 di sabato 23 maggio in Piazza Mazzini dove, sul lato del Palazzo Comunale, verrà esposto un lenzuolo bianco e verrà osservato un minuto di silenzio in occasione della Giornata nazionale della legalità, data dell’anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta. Il Comune di San Miniato ha deciso di aderire all’appello del presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, e del Segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra che invitano i primi cittadini a raccogliere la proposta di Maria Falcone di partecipare al flashmob con l’esposizione, proprio il 23 maggio, di un lenzuolo bianco dal palazzo del Comune e osservando, alle 17.57, un minuto di silenzio, indossando la fascia tricolore, simbolo dell’unità nazionale e dei valori costituzionali.
 
“L’emergenza sanitaria ha bloccato molte delle nostre manifestazioni ma la giornata simbolo della difesa della legalità non può passare inosservata – commenta il sindaco di San Miniato Simone Giglioli -. Per questo ho deciso di accettare ben volentieri l’invito rivolto da Anci e nato dalla Fondazione Falcone, a realizzare un flash mob nel rispetto delle attuali norme sulla sicurezza (mascherine e distanza interpersonale), per onorare i morti e ricordare il valore di chi ha compiuto fino in fondo il proprio dovere. Insieme alla giunta e ai consiglieri comunali vogliamo anche omaggiare tutti coloro che, in questi difficili mesi, si sono impegnati per gestire l’emergenza sanitaria dando un segnale nel nome della legalità e della battaglia contro le mafie”. 
La manifestazione è aperta ai cittadini ma si ricorda che, per partecipare, è necessario indossare la mascherina e rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro.