Senza il contributo delle nostre Associazioni di Volontariato locale non oso immaginare come avremmo sopperito concretamente ai tanti compiti, che seppure in una situazione di emergenza straordinaria mai vista, ci siamo visti affidare, da un’ora all’altra, dal Governo Centrale e anche dalla Regione, come Comuni, al netto di nuove risorse di personale o economiche”: ammette il Sindaco Massimiliano Angori. “Ancora una volta le nostre Associazioni locali, già peraltro impegnate sul fronte puramente sanitario di questa emergenza, hanno dimostrato di essere il cuore pulsante della nostra comunità”, spiega l’Assessora con Delega al Volontariato, Mina Canarini.

“Basta guardare i numeri che descrivono l’azione incessante dei volontari in questi mesi: 312 servizi a domicilio per la consegna di spesa e farmaci; 590 consegne dei buoni spesa alimentare ai cittadini e altrettanti recuperi degli stessi presso i pubblici esercizi, con annessa consegna e recupero dei moduli necessari per erogare i buoni spesa; 26mila mascherine consegnate alle famiglie del Comune, con 20 squadre di volontari al lavoro; 4 squadre di volontari al lavoro quotidianamente durante i 2 mesi del lockdown. A tutto ciò si aggiunge il supporto per la riapertura del mercato settimanale dei soli banchi alimentari, grazie al presidio effettuato dagli stessi volontari, e il medesimo supporto per la riapertura dei Cimiteri Comunali per la quale hanno garantito il necessario presidio per monitorare gli accessi. Come Amministrazione e Giunta Comunale è senza fine il ringraziamento per queste ragazze e questi ragazzi, per queste associazioni che hanno fornito un contributo impagabile”.

Tutto ciò ci ha fatto anche meglio sopportare questo periodo così duro per tutti, facendoci riscoprire quali sono i valori fondanti della nostra Comunità: solidarietà e resilienza, anche nelle situazioni più dure per il nostro territorio, così come i volontari stessi ci hanno dimostrato con il loro operato. Grazie per esservi messi costantemente a disposizione della collettività; è una delle poche facce belle di questa drammatica emergenza”, concludono il Sindaco Angori e l’Assessora Canarini.