“L’attività sulle spiagge di ghiaia a Marina di Pisa, prevista per i
prossimi giorni, è stata concordata con il Comune di Pisa in un incontro
che si è svolto il 3 giugno scorso. Suona dunque assai singolare l’uscita
sulla stampa del sindaco. A meno che non si mettano nel conto i calcoli
elettorali”.

L’assessore all’ambiente Federica Fratoni risponde alle polemiche comparse
sui quotidiani locali per gli interventi sulle spiagge di ghiaia sulla
costa pisana.

“Abbiamo concluso quell’incontro – prosegue Fratoni -, al quale erano
presenti l’assessore comunale Raffaele Latrofa e per la Regione il
responsabile del Genio Civile Valdarno inferiore Francesco Pistone, tutti
d’accordo sul fatto che i lavori sulla scogliera sarebbero stati realizzati
a settembre mentre la spianatura delle spiagge di ghiaia avviata appena
possibile, compatibilmente con le procedure tecniche di affidamento
lavori”.

In realtà, fa presente Fratoni, la legge regionale 80 del 2015 assegna ai
Comuni la competenza delle opere di manutenzione direttamente connesse e
funzionali alla gestione del demanio marittimo, con particolare riferimento
ad interventi di riprofilatura stagionale della spiaggia oppure ad altri
interventi di manutenzione che mantengano le corrette condizioni di
utilizzo del demanio marittimo.

“E’ facile pertanto intuire – specifica l’assessore – che lo stendimento
delle spiagge di ghiaia sulla fascia costiera demaniale, a maggior ragione
in quanto effettuato ai fini della fruibilità della spiaggia, rientri
esattamente nelle competenze assegnate alle amministrazioni comunali.
Tuttavia in spirito di collaborazione tutti gli anni la Regione ha svolto
questa attività al posto del Comune per velocizzarne la realizzazione. Non
solo, ha anche sempre individuato risorse proprie o statali, come in questo
ultimo caso, per la copertura finanziaria degli interventi”.

“Ora, quest’anno, – prosegue – a causa dell’emergenza sanitaria, gli atti
di finanziamento dell’intervento sono stati approvati solo il 19 giugno e
il fatto che il Genio civile sia ad oggi già in grado di partire con i
lavori è indice di assoluta rapidità tenuto anche conto del contesto
pandemco in cui ci muoviamo. Concludo dicendo che come sempre la Regione e
i suoi uffici si rendono disponibili a collaborare con tutti i Comuni per
mitigare i disagi e gli impatti indotti dai cantieri e trovare soluzioni
che possano venire incontro al regolare svolgimento della stagione
estiva”.