Ieri mattina nella Sala del Consiglio Comunale di Santa Croce sull’Arno alla presenza del Sindaco Giulia Deidda e dell’Assessore alla Coesione Sociale Nada Braccini è stato presentato La notte è giovane, un progetto chenasce dalla collaborazione tra l’Associazione Tra i Binari Aps e l’Associazione Le Querce di Mamre Onlus, e  che ha fatto del Centro di ospitalità notturno, sito in via Don Puglisi a Santa Croce sull’Arno, luogo di intervento, incontro ed indagine per l’azione artistico-sociale. L’azione ha visto il coinvolgimento attivo del Rock City ets di Santa Croce sull’Arno e dei suoi membri come attori protagonisti con la finalità di mettere in connessione una realtà locale con i giovani del territorio. L’intervento rientra all’interno del progetto “Giovani protagonisti per le comunità locali 2019”, gestito da Cesvot, Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì.

Il progetto ha la finalità di stimolare la percezione e la consapevolezza per quanto riguarda la questione abitativa, ponendo una lente d’ingrandimento su una situazione di emergenza sociale che riguarda italiani e stranieri che usufruiscono del Centro di ospitalità notturno.

È stato attivato un percorso laboratoriale d’indagine tra i fruitori del Centro e la cittadinanza, in particolare creando argomento di discussione nel mondo giovanile attraverso il coinvolgimento del Rock City ets di Santa Croce sull’Arno. Questo con la finalità di sensibilizzare i ragazzi, attraverso il mezzo teatrale ed artistico, ad una realtà molto vicina a loro, ma poco conosciuta.

Il teatro come collante per “avvicinare” due realtà site nella stessa area geografica e dare loro voce, creando un processo comunicativo e di narrazione rivolto a sensibilizzare tutta la cittadinanza, stimolando i giovani a sviluppare un interesse e un impegno sociale legato al proprio paese e alle proprie necessità, sogni e bisogni.

Il progetto prevedeva in fase iniziale un laboratorio teatrale che portasse alla realizzazione di un’azione performativa urbana per mettere in dialogo tutte le realtà coinvolte con la cittadinanza locale. Tuttavia, in seguito allo stop delle attività dovuto al lockdown e al conseguente cambio delle circostanze sociali, abbiamo dovuto rimodulare l’azione di

partenza. A tal proposito nel mese di Luglio scorso siamo potuti tornare a frequentare in tutta sicurezza il Centro Notturno potendo così ripartire con le azioni previste.

L’obiettivo finale è la realizzazione di un documentario che possa raccontare la storia del luogo e le vite di tutti coloro che in questi mesi di lavoro hanno condiviso l’esperienza. Attraverso tre incontri di laboratorio teatrale abbiamo preparato un terreno fertile per facilitare la narrazione e il racconto, ma soprattutto sono stati creati i presupposti in modo che queste tre realtà potessero avviare un processo di scambio concreto. Successivamente si sono composti due gruppi di lavoro.

Tra i Binari si è incentrato sulla realizzazione di video interviste a tutti i partecipanti con Marina Capezzone e Francesco Mugnari curatori delle interviste, Martin Hidalgo per le riprese video e il montaggio e Simona Fossi per la documentazione fotografica.

Il Centro Rock City ets , coadiuvato da Simone De Fazio, si è incentrato sulla realizzazione della colonna sonora originale che accompagnerà il documentario.

Organizzazione generale del progetto è di Beatrice Nutini.

Si tratta di un’occasione incredibile che ci è stata concessa per poter raccontare un’esperienza così importante per il territorio del Valdarno Inferiore. Spesso centri come questi vengono situati in luoghi decentrati dai contesti cittadini, sia per la protezione degli utenti che per altre motivazioni, tuttavia, facendo ciò, si crea un forte scollamento con la comunità locale che molto spesso non è nemmeno a conoscenza di servizi di questo tipo. In un periodo storico come questo, destinato ad ampliare maggiormente il divario sociale tra le persone, risulta ancora più importante parlare di questi luoghi perché l’emergenza abitativa in Italia è un’istanza che la comunità e le istituzioni non possono ignorare.

La Presentazione del Documentario è prevista per fine Novembre 2020.

Gruppo Proponente Associazioni Tra i binari Aps e Le Querce di Mamre. Partner Comune di Santa Croce sull’Arno, Rock City ets , La pietra d’angolo cooperativa sociale,  Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa.

Tra i binari APS

mail: teatritraibinari@gmail.com

sito web: traibinari.org