Il Pontedera esce indenne dalla difficile trasferta dell’Armando Picchi di Livorno. La truppa di Ivan Maraia ha riscattato la brutta prestazione di domenica scorsa contro la Pro Patria. Partita piuttosto bloccata, che ha visto gli amaranto tenere il pallino del gioco a lungo, ma ha visto i granata coprire al meglio la propria metà campo non offrendo spazi agli avversari.

CONFERMA DEL 3-5-2- Lentamente Maraia sta recuperando tutti i giocatori, oggi è tornato in campo Milani schierato in posizione di esterno sinistra, affiancato da Barba, Caponi, Catanese e Perretta. In avanti Stanzani ad affiancare Magrassi.

POCHE EMOZIONI- Come detto è la compagine labronica a prendere il pallino del gioco, ma non va oltre ad una conclusione di Murillo al 4′ controllata da Sarri, di fatto il primo tempo è tutto qui. Nel secondo tempo il Pontedera è più coraggioso, ma non riesce ad incidere non andando oltre ad un paio di conclusioni dalla lunga distanza. I labronici si rendono pericolosi con Murilo al 28′ su punizione di Mazzeo con palla sopra la traversa.

LIVORNO-PONTEDERA 0-0

LIVORNO (4-3-1-2): Stancampiano; Morelli (82′ Pecchia), Deverlan, Di Gennaro, Gemignani; Parisi, Agazzi, Bussaglia (46′ Piccoli); Haoudi (74′ Canessa); Mazzeo, Murilio. A disp. Matysiak, Sosa, Marie-Sainte, Fremura, Porcino, Caia. All. Dal Canto.

PONTEDERA (3-5-1-1): Sarri; Matteucci, Risaliti, Pretato; Perretta, Catanese, Caponi, Barba, Milani (67′ Vaccaro); Stanzani (75′ Tommasini), Magrassi. A disp. Angeletti, Nicoli, Benedetti, Bardini, Faella, Pruneti, Nero, Tersigni, Orsucci, Ropolo. All. Maraia.

Arbitro: Cavaliere di Paola.

NOTE: Ammonito: Catanese. Angoli 4-3. Rec. 0’+3′.