Anche il Comune di Calci sostiene la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare contro la propaganda fascista. Le firme si potranno depositare – fino al 30 marzo 2021 – all’URP del Comune il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 17. Affinché questa proposta di legge passi, occorrono almeno 50.000 firme.Il presidente del comitato promotore, di cui fanno parte, tra gli altri il nipote di Ferruccio Parri, Adelmo Cervi e Silvia Calamandrei, è il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona.

Il nostro Comune aderisce sentitamente e con convinzione a questa raccolta firme. Non dobbiamo mai dimenticare le nostre origini, la nostra storia e coloro che hanno dato la vita per garantirci le libertà di cui godiamo oggi – interviene l’amministrazione comunale -. Queste libertà, seppur a volte date per scontato, sono tornate a farsi prepotentemente sentire – seppur in un contesto diverso – durante quest’anno fortemente martoriato dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Ecco che anche i nostri ragazzi, sebbene vivano un’epoca diversa, debbono poter ricordare chi ha sacrificato la vita per donarci questi diritti e chi, a questi, si è sempre opposto. Richiami all’uomo forte al potere, discriminazioni e pericolosi rigurgiti sono quanto mai attuali: ecco perché sosteniamo convintamente questa raccolta firme certi che i nostri concittadini facciano la loro parte”.


Maggiori informazioni e modulistica sul sito dell’Anagrafe Nazionale Antifascista: https://anagrafeantifascista.it/.

Nel dettaglio consulta: “Norme contro la propaganda e diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”. (Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 260 del 20 ottobre 2020). Per ulteriori richieste e informazioni è possibile scrivere una mail a: info@anagrafeantifascista.it