“E’ un fatto politicamente significativo che il Consiglio regionale abbia approvato all’unanimità la mozione sulla Cittadella Galileiana di Pisa sia nel metodo perché sullo sviluppo di questa parte della città il consenso è largo e anche grazie al lavoro di confronto realizzato dal gruppo Pd l’aula s’è mostrata unita, sia ovviamente nel merito perché rappresenta una spinta per il sostegno concreto a questo processo di rinascita urbanistica” così il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana commenta l’approvazione unanime del Consiglio Regionale alla mozione riguardante lo stanziamento di 2,5 milioni di euro al Comune di Pisa per il completamento della Cittadella Galileiana.

“Si tratta di un documento politico – spiega il Presidente Mazzeo -, ma che ha un significato molto puntuale nel momento in cui impegna la Giunta e il Presidente della Regione a prevedere nella prossima variazione di bilancio utile, così recita il testo, lo stanziamento dei 2,5 milioni di euro per il completamento del progetto della Cittadella Galileiana”.

“Un progetto non nato in questi giorni – aggiunge il Presidente Mazzeo –, ma che si deve al lavoro dell’amministrazione comunale di Pisa a guida Pd”.

“Penso che anche in questo caso – conclude Mazzeo- il Consiglio regionale abbia dato prova di quanto possa essere utile un confronto costruttivo con le comunità locali e delle potenzialità che ha una assemblea in cui siedono i rappresentanti dei vari territori regionali per far emergere questioni e trovare soluzioni in un rapporto costruttivo con l’esecutivo. Sarebbe quindi auspicabile abbandonare la voglia di costruire polemiche fini a se stesse, come ha fatto l’assessore alla cultura del Comune di Pisa che nei giorni scorsi spiegava di avermi posto la questione dei finanziamenti alla Cittadella Galileiana, quando in realtà non mi ha mai scritto né contattato. Per chi amministra un territorio è molto più utile concentrarsi nella ricerca delle soluzioni”.