Dopo un anno di attesa, finalmente ieri si sono riaccese le luci del PalaCus di via Chiarugi per la prima partita di questo campionato 2020 2021 di C Silver, così particolare. E non e’ stato facile rientrare subito nel clima agonistico delle partite vere, quelle con in palio i due punti. Non è stato facile soprattutto per i padroni di casa, perché i livornesi, sono partiti subito a spron battuto mettendo, sin dalla palla a due iniziale, in difficoltà gli universitari. Ottimamente disposti in campo da coach Gabriele Pardini, che ricordiamo alla guida della storica società livornese nella straordinaria impresa culminata con la conquista della serie B, i livornesi sono apparsi subito in palla offrendo una prestazione ad alta intensità agonistica impreziosita da ottime individualità. Su tutti Galeani autore di una prestazione super (28 punti per lui a fine gara) che ha davvero messo seriamente in difficoltà le difese dei pisani. Molto bene anche Tommy Ristori implacabile dalla lunga distanza. Ma, ripetiamo, tutti i giovani scesi in campo hanno offerto il loro ottimo contributo alla causa della squadra giocandosi la partita fino in fondo a conferma della bontà di un progetto finalizzato alla crescita di giovani talenti affidati alla guida esperta di coach Pardini. Dal canto loro gli universitari, presentatisi privi di tre pedine fondamentali quali capitan Luca Siena , Andrea Lazzeri e Cristian Giovani e con Francesco Fiorindi stoicamente rimasto in campo nonostante alcuni problemi fisici manifestatisi dopo pochi minuti di gioco, hanno probabilmente subito più degli ospiti l’emozione di riprendere a giocare dopo così tanto tempo e, soprattutto, saper di dover onorare questo debutto con una vittoria. All’avvio i gialloblù allenati da coach Angiolini sono apparsi, decisamente in difficoltà rispetto all’esuberanza degli avversari ed incapaci di offrire la necessaria intensità difensiva, finendo per andare all’intervallo con 40 punti subiti (38 a 40). Decisamente troppi. Alla ripresa del gioco i gialloblù locali catechizzati a dovere dal loro coach stringevano le maglie in difesa riuscendo a contenere meglio gli avversari, pur manifestando alcune difficoltà in fase offensiva. Il solo Benini riusciva ad offrire continuità in attacco consentendo al Cus Pisa di rimanere in costante parità per poi allungare, nel finale, grazie, anche alla maggiore esperienza dei suoi giocatori. Detto di Luca Benini, decisamente l’MVP del match, da segnalare tra le fila dei padroni di casa le buone prestazioni di “Angelino” La Sala, davvero super soprattutto quando può giocare in velocità e di Alberto Lazzeri. Ma “l’importante era vincere” come ha commentato il dirigente responsabile del Cus Pisa basket Enrico Russo e così è stato in una partita che si è dimostrata assai insidiosa. Complimenti, quindi, a tutti i ragazzi ed a coach Angiolini per questa importante vittoria. Prossimo appuntamento per i pisani sabato 6 marzo con la difficile trasferta di Fucecchio contro una delle squadre più attrezzate del girone B di questa C Silver che si preannuncia davvero equilibrata.

Gas and Heat Cus Pisa Basket – Libertas Liburnia basket Livorno 70-65 (20/25, 18/15,20/18,12/7)

Gas and Heat Cus Pisa Basket : Benini 21, Fiorindi 5, La Sala 11, Lazzeri Alberto 15, Mangoni 2, Quarta 6, Italiano 5, Raimo 3, Gianelli, Mori 2. Siena n.e., Mariotti n.e. All. : Walter Angiolini

Libertas Liburnia Basket Livorno : Bernardini 4, Ristori 13, Mannucci 3, Marrucci 4, Fiore 1, Casarosa 6, Muzzati 4, Galeani 28, Ferretti 2, Venni, Minuti, Giusti. All. : Gabriele Pardini