Con l’iniziativa “I Libri Invisibili” l’amministrazione comunale di Volterra vuole donare a ogni alunna e a ogni alunno del quinto anno della scuola primaria un libro come invito alla lettura e alla condivisione con la propria famiglia del volume regalato. Ogni anno verrà individuato un testo che accompagnerà il passaggio alla scuola secondaria di primo grado. Si tratta di un libro “invisibile” perché tutto da scoprire, attraverso la lettura e il confronto con i propri coetanei e i propri cari. Infatti, come scriveva Italo Calvino, “Leggere è andare incontro a qualcosa che sta per essere e ancora nessuno sa cosa sarà”.

“Abbiamo fortemente voluto questo progetto – dichiarano l’assessore alle Culture Dario Danti e l’assessora all’Istruzione Viola Luti – per promuovere la lettura e per creare un legame sempre più stretto tra le scuole e la biblioteca comunale. L’iniziativa vuole avvicinare i più piccoli e le loro famiglie alla lettura mettendo al centro il libro come strumento di crescita e di passaggio da un ordine di scuola a un altro. Il volume scelto quest’anno è “Marcovaldo” di Italo Calvino. Marcovaldo è un uomo moderno, costretto dalla società dei consumi a lavorare per ottenere beni superflui, ma ritenuti da molti come indispensabili; è alla ricerca di autenticità e di uno stile di vita non omologato, arido e alienato. Per questo motivo, Marcovaldo vede nella natura ormai scomparsa un luogo ideale dove ri-trovarsi e, soprattutto, ri-conoscersi. E ri-conoscersi – concludono gli assessori Luti e Danti – è proprio essere capaci di vedere e di rendere visibile agli altri ciò che ancora visibile non è”.