Ora è ufficiale: a causa delle numerose positività al Covid, la Asl blocca le attività dei biancazzurri per 14 giorni con decorrenza da lunedì scorso. Rinviate le prossime tre partite contro Entella, Cosenza e Reggiana.

La Asl di Pescara ha emesso il provvedimento di sospensione delle attività dei biancazzurri che avrà una durata di 14 giorni (decorrenza da lunedì scorso, 12 aprile, termine lunedì 26 aprile). La prescrizione costringe i biancazzurri a non poter scendere in campo nelle prossime tre gare contro Entella (sabato all’Adriatico), Cosenza (martedì al San Vito Marulla) e Reggiana in casa sabato 24 aprile dal momento che fino a lunedì 26 aprile la squadra non potrà disputare le partite.

La prescrizione della Asl prevede l’isolamento domiciliare per i positivi e i contatti stretti, mentre tutti gli altri potranno svolgere allenamenti individuali. Tra i biancazzurri ci sono 8 i positivi al Covid: 7 giocatori e un membro dello staff.

Situazione, visto il poco tempo a disposizione per i recuperi ed il folto calendario del campionato, che rischia seriamente di far slittare la fine del torneo e sopratutto di allungare i tempi per i playoff e per i playout con le date che invece ironicamente erano state ufficializzate ieri. Uno scenario che lascerà aperto il campionato di Serie B molto probabilmente sino a Giugno in concomitanza con gli Europei.