Interessante intervista rilasciata dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli a Tuttoc.com prima della gara fra Como e Ternana, valida per il secondo turno della Supercoppa di terza serie, terminato con il successo dei rossoverdi per 3-0. il numero uno della Lega Pro ha toccato vari punti a partire dal covid che ancora condiziona la terza serie. Ieri è stata rinviata a data da destinarsi la partita fra Fano ed Imolese mentre si giocherà il recupero tra Triestina e Virtus Verona.

Quando io mi sono permesso di dire che ero preoccupato qualcuno pensava che scherzassi. Speravo che non avvenisse, però questo dimostra che il Covid gira ancora per l’Italia e colpisce anche i giovani. Speriamo che si fermi al più presto. Anche durante il campionato è stato così. Il nostro compito è di chiedere alle società di seguire le regole più rigorose per quanto riguarda la prevenzione perché era relativamente facile recuperare una partita nel corso della stagione regolare, lo è meno recuperarla negli spareggi. Compete a noi costruire una serie di ipotesi che possano governare la situazione. Dentro questa vicenda noi abbiamo rischiato che saltasse ancora la prima giornata dei playoff ma poco fa è arrivato l’ok dell’unità sanitaria di Verona che ringrazio perché noi disturbiamo la loro attività sul territorio, mettendogli sopra tanta pressione. Il fatto che ci abbiano detto che Triestina-Virtus Verona si può giocare ci ha tolto diverse ore di suspance che abbiamo avuto in questa giornata”.

Format playoff- Noi raccogliamo tutte le osservazioni che vengono fatte perché ognuno ha una sua verità. L’anno scorso abbiamo dovuto ridurre le partecipanti, togliendo il sogno e la speranza a tanti tifosi e tante società. Quest’anno abbiamo voluto dare un segnale di speranza, nonostante sarebbe stato più semplice ridurre il numero di partecipanti anche stavolta. Così avrebbero lavorato di meno anche i dirigenti della Lega, che invece hanno lavorato tantissimo. Siamo in grado di modificare il format dei playoff anche in corso d’opera, ma in un momento di sofferenza del paese, non me la sono sentita di togliere due ore di gioia ai tifosi”.

Gironi prossimo campionato- “Abbiamo terminato il lavoro di predisporre la commissione per la composizione dei gironi. Nei prossimi giorni consegneremo i dati e presenteremo tutte le ipotesi: da quella attuale a quella orizzontale, poi lungo le due direttrici adriatica/tirrenica, infine a livello nazionale. Decideranno i club in maniera democratica attraverso la riunione del direttivo ed eventualmente con la scelta dei presidenti”.

Tracollo delle toscane-Abbiamo avuto quattro retrocessioni quest’anno, due anni fa abbiamo perso il Prato che era la squadra con la più lunga militanza consecutiva nella categoria e l’anno scorso il Siena. La Toscana è stata tradizionalmente una regione formatrice di grandi allenatori e calciatori. Se il calcio perde delle opportunità, allora tutto il sistema si deve porre degli interrogativi, non solo la Toscana. Da questo momento il calcio è più povero, non soltanto quello di Serie C”. Come lo scorso anno ci saranno prima le riammissioni e poi i ripescaggi“.