Dalle Dolomiti alla Sicilia, le adesioni a “Un Paese ci vuole”, la Call Print promossa da Pacini Editore per la collana New Fabric

Sono 82, da tutta Italia, i soggetti che hanno risposto alla ‘chiamata’ per partecipare al grande racconto collettivo “Un Paese ci vuole”, la Call Print promossa da Pacini Editore per la collana editoriale New Fabric con l’obiettivo di cercare realtà innovative, esperienze, sperimentazioni, processi e pratiche di coinvolgimento delle comunità per raccontare ciò che accade nelle aree interne o lontane dai grandi centri urbani.

Dalle Dolomiti all’Appennino, con i territori del Centro Italia colpiti dai terremoti, fino al Sud più profondo, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia.

Entro la metà di maggio la commissione del collettivo New Fabric renderà noto agli 82 soggetti partecipanti l’esito della lettura delle proposte, invitando quelli selezionati alla stesura e all’invio (entro il 18 luglio) del racconto.

Il tema proposto per questa terza Call Print di Pacini Editore ha richiamato l’attenzione di imprese sociali, Cooperative di comunità, Laboratori civici verdi, Associazioni di promozione sociale, Laboratori urbani, Associazioni culturali, artistiche e teatrali, desiderosi di poter raccontare le piccole rivoluzioni messe in atto in territori che, ormai da tempo, pagano il prezzo di una distanza geografica dai centri urbani beneficati da maggiori investimenti. Da rilevare, poi, la partecipazione di amministrazioni comunali, Dipartimenti universitari, Istituti e Gruppi di Ricerca, architetti e professionisti della rigenerazione socio-urbana, in molti casi parte attiva di esperienze innovative di rigenerazione socio-urbana.

Si tratta della terza Call Print promossa dalla collana New Fabric di Pacini Editore: nel 2019, la call sulle Professioni al tempo della rigenerazione urbana, aveva dato vita a Il ritorno a casa degli Ulissi, mentre a quella del 2017 è seguita, nel 2018, la pubblicazione di Leggere la rigenerazione urbana.

Per portare avanti il lavoro editoriale relativo alla Call Print, la casa editrice Pacini Editore ha costituito un collettivo composto anche da alcuni partecipanti alle prime due edizioni del bando, che si propongono come attivatori del cambiamento.

Altre info sul sito di Pacini Editore in questa sezione: https://www.pacinieditore.it/non-solo-libri/la-nuova-call-print-un-paese-ci-vuole-aree-interne-e-progetti-di-comunita/.