L’Università di Pisa riapre le porte agli studenti e l’Ateneo riprende vita. Grazie alla delibera approvata all’unanimità dal Senato Accademico e dal Consiglio d’Amministrazione, riuniti in seduta congiunta, sarà possibile fin dai prossimi giorni tornare gradualmente a frequentare le strutture universitarie.

Tra le principali novità della nuova delibera, la possibilità di organizzare incontri in presenza con gli studenti anche oltre i termini del normale calendario didattico, in modo da recuperare e integrare i tanti mesi di DAD.

Pur rimanendo attiva anche la modalità in streaming, il documento approvato dagli organi d’Ateneo riporta in presenza anche le attività didattiche, pratiche e di laboratorio del secondo semestre già definite a fine gennaio e temporaneamente sospese durate le settimane in “rosso”.

Prevista anche la possibilità di svolgere in presenza delle prove scritte e pratiche degli esami di profitto e, fino alla disponibilità di aule, anche delle prove orali.  Stesso discorso per le sessioni di laurea, ma alla presenza del solo candidato e della commissione. Approvata anche una riapertura graduale e su prenotazione delle sale di consultazione delle biblioteche e la messa a disposizione di nuove sale studio per gli studenti.

«La delibera approvata all’unanimità – ha commentato il Rettore, Paolo Mancarella – vuole essere un segnale importante per i nostri studenti e per la città. La battaglia contro il Covid-19 non è ancora vinta ed occorre prudenza, ma l’Università è pronta a ripartire».