L’appuntamento è mercoledì 30 giugno alle 18 nel loggiato del primo piano. Il Centro Interdisciplinare “Scienze per la Pace” e il CIDIC, il Centro per l’innovazione e la diffusione della cultura dell’Università di Pisa, presentano il volume “Al cuore della migrazione”, edito dalla Astarte Edizioni, primo spin-off di area umanistica dell’Ateneo. L’evento in presenza si svolgerà mercoledì prossimo, 30 giugno, alle ore 18, nel loggiato del primo piano del Palazzo della Sapienza. Essendo l’accesso limitato a causa delle restrizioni anti-Covid in vigore, sarà possibile seguire l’evento anche dalla pagina Facebook della casa editrice.

Astarte Edizioni è nata nel 2019 dall’iniziativa di tre giovani laureate dell’ateneo pisano – Carolina Paolicchi, Francesca Mannocci e Anita Paolicchi – che hanno deciso di fare del Mar Mediterraneo il tema centrale della casa editrice e delle sue collane di letteratura e saggistica. “Al cuore della migrazione” esprime nel modo più evidente questa missione: si tratta di un’opera collettiva, costruita dai contributi di più di sessanta scrittori, poeti e artisti provenienti da tutto il mondo, che hanno prestato le loro voci per raccontare la realtà della migrazione euro-mediterranea, andando al di là delle immagini stereotipate dei migranti, degli sbarchi, della marginalità dolente, della cronaca a cui i media ci hanno sempre più assuefatto.

Gli autori e le autrici, così come le traduttrici e i traduttori del volume, cercano di trovare parole nuove e più autentiche per descrivere la migrazione, fenomeno che accompagna da sempre l’umanità ma che mai come negli ultimi decenni è diventato terreno di scontro politico e questione umanitaria di prima grandezza: basti pensare alle quasi 40.000 persone morte ai confini d’Europa, dal 1993 a oggi, cui si aggiungono quelle scomparse senza lasciare traccia. Anche per questo i proventi delle vendite del libro verranno donati a SOS Méditerranée, organizzazione della società civile impegnata da anni nelle attività di soccorso in mare, in difesa del diritto alla vita e del diritto di asilo messi a repentaglio dalla chiusura dei confini.

Dopo i saluti del rettore Paolo Mancarella, del prorettore alla cooperazione e alle relazioni internazionale Francesco Marcelloni, della direttrice del CISP Enza Pellecchia e del direttore del CIDIC Saulle Panizza, prenderanno la parola la co-fondatrice della casa editrice Carolina Paolicchi, la direttrice della collana “azzurra” in cui il volume è pubblicato Barbara Sommovigo, e due attiviste di SOS Mediterranée Samanta Becuzzi e Valentina Nencini. Simone Marinai e Federico Oliveri interverranno infine per illustrare alcune delle iniziative della nostra università in ambito migratorio, come il progetto promosso dall’UNHCR “University Corridors for Refugees”, il progetto Mentorship promosso dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM)”, l’Osservatorio sul diritto europeo dell’Immigrazione, nonché il corso di alta formazione organizzato dal CISP “Diritti e migrazioni”. Nel corso della presentazione verranno letti brani di prosa e poesia tratti dal volume “Al cuore della migrazione”.