La Sezione Catturandi della Squadra Mobile della Questura ha rintracciato e tratto in arresto un cittadino di origine georgiana 39enne, residente a Pisa in zona Cisanello, ricercato dall’ Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Pisa perché deve scontare la pena a circa 8 mesi di detenzione domiciliare per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e ricettazione, commessi a Pisa. Dopo essere stato rintracciato è stato accompagnato dapprima in Questura per le formalità di rito e poi tradotto presso la propria abitazione, per scontare la pena comminatagli. Sempre la Squadra Mobile, con al Sezione Narcotici, ha effettuato uno dei consueti servizi antidroga in centro storico, tenendo d’ occhio in particolare un tunisino 38enne, con precedenti per spaccio ed attualmente sottoposto alla misura cautelare dell’ obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria proprio perché tratto in arresto per stupefacenti, visto “bazzicare” la zona di via dei Notari. Al culmine di un servizio di osservazione è stato sottoposto a perquisizione, essendo stato visto dai poliziotti in borghese prelevare un involucro da una intercapedine del muro. Il fiuto degli investigatori è stato premiato, perché l’ involucro conteneva oltre 5 gr di eroina, ancora da dividere in dosi. Lo stupefacente è stato sequestrato ed il tunisino denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; inoltre, apposita segnalazione è stata fatta anche al Tribunale circa la condotta successiva alla irrogazione della misura cautelare cui è attualmente sottoposto, ripetesi per gli stessi fatti per cui ieri è stato denunciato.