In piazza, tra la gente, insieme ai ragazzi di Gioventù Nazionale con la campagna “Liberi dalla Droga. Mai schiavi” per sensibilizzare sui rischi legati alle dipendenze.  

Per questo FRATELLI D’ITALIA continua a chiedere al Ministro Dadone serie e imponenti azioni di lotta alle droghe e alle dipendenze patologiche.
Siamo in emergenza sociale, nonostante la pandemia, in Italia viviamo una realtà allarmante, basti pensare che  il consumo degli stupefacenti è cambiato, si è abbassata l’età del primo approccio che ormai avviene già a 12 anni e anche la tipologia di sostanze, ne consegue  una crescita spaventosa dei sequestri di sostanze sintetiche +13.896% nel 2020.

“Fratelli d’Italia oggi ha voluto dare un messaggio forte ai giovani, ad aprire gli occhi senza cadere nella facile retorica che definisce alcune droghe migliori di altre, non esistono droghe buone e droghe cattive poiché gli effetti di queste sostanze sono sempre devastanti sull’organismo e sulla qualità della vita di chi le consuma con costi sociali pesantissimi” dichiarano Fabrizio Rossi, coordinatore FDI Toscana, Simonetta Baccetti, responsabile regionale dipartimento Dipendenze, Gioventù Nazionale Toscana.