Alle ore 08,30 di ieri, domenica 13 giungeva la segnalazione che in zona CEP un furgone Fiat Scudo procedeva in maniera pericolosa dileguandosi in zona via Aurelia. Sul posto una pattuglia della Squadra Volanti non rintracciava nessuno, ma le ricerche ad ampio raggio disposte dalla Sala operativa della Questura consentivano di bloccare il veicolo, alle successive 09.30, risultato rubato nella nottata appena trascorsa a Firenze e di proprietà di una pasticceria di via Ponte alle Mosse, in via Vespucci. Alla guida un 37enne marocchino, in regola col permesso di soggiorno e residente a Firenze, in evidente stato di ebbrezza, che veniva portato in Questura per procedere nei suoi confronti. In Questura l’ uomo è andato in escandescenza, tentando di aggredire a più riprese i poliziotti, anche a causa del suo stato di ubriachezza. Al termine degli adempimenti, il nordafricano smaltita la sbornia è stato denunciato per i reati di ricettazione e resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale, congedato dalla Questura con invito a fare rientro presso la propria abitazione. Il furgone veniva riconsegnato al legittimo proprietario nel frattempo giunto da Firenze.

Alle ore 15.20 una pattuglia della Squadra Volanti è dovuta intervenire in Piazza Vittorio Emanuele presso il locale “La Bottega del Parco” per soggetto ubriaco e molesto. Sul posto i poliziotti ritrovavano il marocchino dell’ intervento mattutino, cui avevano intimato di andare a prendere il treno per ritornare a casa. Invece l’uomo si era fermato a bere alcune birre, senza volerle alla fine della consumazione pagarle. All’ arrivo dei poliziotti, ritornato di nuovo ebbro, si è scagliato contro di loro, che lo hanno ridotto all’ impotenza, portato in Questura e nuovamente denunciato per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché insolvenza fraudolenta per le birre non pagate. Al termine, i poliziotti si sono assicurati stavolta che effettivamente riprendesse il treno, onde evitare ulteriori problemi in città.