Il 29 giugno Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, organizza l’(H)-Open Day di Ginecologia oncologica negli ospedali che fanno parte del network dei Bollini rosa. Saranno quindi offerti servizi clinico-diagnostici e informativi gratuiti su tutto il territorio nazionale.

Anche l’Aoup aderisce con visite gratuite, che si terranno il 29 dalle 11 alle 13:30 all’Ospedale Santa Chiara, Edificio 5, II piano. E’ obbligatoria la prenotazione al numero 050.992663 (telefonare dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12. Gli appuntamenti avverranno in ordine cronologico fino a esaurimento dei posti disponibili). 

Sempre nella mattinata del 29 giugno, dalle 10 alle 11, ci sarà anche un incontro virtuale aperto alla popolazione sulla preservazione della fertilità nelle pazienti oncologiche. Anche in questo caso è obbligatoria la prenotazione, sempre al numero 050.992663 (sempre dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12). Al momento della prenotazione saranno fornite tutte le informazioni necessarie al collegamento.

I servizi sono coordinati dalla referente aziendale dei Bollini rosa Federica Marchetti.

In Italia, secondo Aiom-Associazione italiana di oncologia medica, nel 2020 erano attese 10.000 nuove diagnosi di tumore all’utero e 5.000 all’ovaio. Più dell’80% delle pazienti con tumore ovarico ha una recidiva della malattia e la qualità dell’intervento chirurgico con la corretta terapia di mantenimento sono fondamentali per offrire alle pazienti più qualità vita e tempo senza sintomi della patologia. La presenza di Centri di riferimento in ogni Regione in cui lavorano oncologi sensibili all’umanizzazione della cura è sempre più importante. Umanizzare la cura significa individuare non la terapia più efficace a tutti i costi, ma comprendere la dinamica di vita della paziente e coinvolgerla nella scelta del proprio percorso terapeutico.

Sul sito https://www.bollinirosa.it/ è disponibile l’elenco dei servizi offerti dagli ospedali aderenti e le modalità di prenotazione (