Quale rapporto esiste tra il nostro equilibrio psichico e le condizioni sociale ed emotive legate alla emergenza sanitaria? Come il distanziamento sociale e il rallentamento produttivo hanno influito sulla nostra mente e sulla sua capacità di rapportarsi con il mondo? Che ricadute ha avuto la pandemia sulla nostra capacità di venire in  contatto con paure profonde e con occasioni di silenzio e raccoglimento altrimenti sconosciute ai nostri normali ritmi di vita?

Si affronteranno anche questi interrogativi alla video conferenza “La salute mentale nel tempo della pandemia”, che si terrà giovedì prossimo, 10 giugno, dalle ore 8:30 alle ore 16:30. L’evento è gratuito e aperto a tutti: operatori sanitari interni dell’Azienda Usl Toscana nord ovest, operatori esterni, cittadini. 

La finalità è aprire un confronto tra comunità e specialisti sanitari della salute mentale su cosa è successo alla nostra vita emotiva con il distanziamento sociale, con il rallentamento produttivo; come come si sono modificate le nostre relazioni con le persone e con la natura; come abbiamo accolto ed elaborato la paura del contagio, della malattia e della separazione; come stiamo vivendo la fase della riapertura; come e se questa esperienza ci ha cambiati.

L’evento fa parte del ciclo di seminari  (accreditati ECM) “Fatti non fummo…”, progetto formativo nato da un’idea di Paolo Cantoresi (dirigente psicologo della Unità funzionale Salute mentale adulti di PIsa), organizzato da un gruppo di operatori afferenti al Dipartimento della Salute mentale, in collaborazione con la Società della salute e con il patrocinio del Comune di Pisa.

Come iscriversi: 

Dopo la chiusura delle iscrizioni, gli iscritti riceveranno tramite email il link per il collegamento alla video conferenza.

Per informazioni e supporto: serena.deiaco@uslnordovest.toscana.it, tel. 050 954253.