Domenica 27 giugno alle ore 18.30 la Libreria Civico 14 di Marina di Pisa organizza un incontro con Vincenzo Restivo e il suo Maregrigio, Officina Milena.   

Un sedicenne vittima di vessazioni omobofe, una ragazza in lotta con le imposizioni di genere e costretta dal padre a prostituirsi; due ragazzini che cercano riparo da una realtà marcia e brutale nei loro giochi da adulti; una madre che, per sfuggire alla monotonia della sua vita, inizia una relazione segreta con un coetaneo dei suoi figli adolescenti e deve fare i conti con il senso di colpa. Tutti, a Dragona, sono in attesa del miracolo della Madonna sull’Acqua che possa dare loro una nuova speranza di sopravvivenza. Un mare grigio, infermo e infetto fa da cornice a questo intreccio di vite sfiduciate, disilluse e alla deriva, che annaspano, in un crescendo di disperazione, alla ricerca di uno spiraglio di luce. 

Vincenzo Restivo è un autore di Caserta, al suo quinto romanzo a soli 38 anni. Insegna lingue e letterature straniere. Già attivista per i diritti degli omosessuali, tramite l’associazione RAIN Arcigay di Caserta. Attualmente vive e insegna a Firenze.

Esordisce con la “Trilogia degli insetti”, per la Watson edizioni, serie di romanzi di formazione a tematica LGBT che comprende: “L’abitudine del coleottero” (2013), “Quando le cavallette vennero in città” (2014) e “Il tempo caldo delle mosche” (2015). Nel 2016 pubblica “Storia di Lou” (Watson edizioni), opera sulla perdita dell’innocenza e sull’identità di genere; e il romanzo breve “La Santa Piccola” (Milena edizioni), storia «cruda e tenera» sui temi della prostituzione minorile e l’omosessualità. Di quest’ultimo è in progetto un adattamento cinematografico con la cada di produzione RainDogs di Roma.