A margine della conferenza stampa indetta quest’oggi in casa Pisa, nella quale è stato presentato il Ds Claudio Chiellini, il Dg nerazzurro Giovanni Corrado ha parlato della questione legata all’attaccante Michele Marconisqualificato per 10 turni a seguito di frasi razziste durante la partita contro il Chievo dello scorso dicembre e multato dalla società: “Noi ci comportiamo con tutti allo stesso modo, quello deciso dalla società, se ci sono mancanze viene tutto sistemato internamente con specie di multe regolate all’interno del gruppo. Con Marconi il discorso era diverso, la squalifica era di un’entità non gestibile, quindi ci siamo rifatti all’accordo collettivo, con richiesta di multa: il tutto però con grande serenità, nelle norme previste dal Collegio Arbitrale. Per quanto invece riguarda il Marconi giocatore, le valutazioni sul suo profilo saranno fatte alla stessa maniera in cui vengono fatte quelle sugli altri, non c’è stato accanimento nei suoi confronti: ma c’era una squalifica pensante, non potevamo non tenerne conto. Poi ripeto, se arrivano occasioni per lui valuteremo, a ora è un giocatore del Pisa: aspetto tecnico e comportamentale sono cose distinte”.