Effettuati nella serata straordinari servizi di controllo del territorio, in aggiunta alle ordinarie pattuglie della Squadra Volanti presenti in città. Di rilievo da segnalare che, nel corso di un posto di controllo sul lungarno Pacinotti, alle h 23.25 un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Firenze procedeva al controllo di un’autovettura con a bordo due soggetti. Il controllo, visti l’ atteggiamento dei due, induceva i poliziotti ad effettuare un controllo più incisivo e dunque una perquisizione sul posto; l’ intuito dei poliziotti veniva premiato, difatti addosso ad uno dei due occupanti, il passeggero, veniva rinvenuto un coltello a serramanico della lunghezza di cm. 20, che veniva sequestrato. Il soggetto, 21enne residente a Pisa, veniva accompagnato in Questura e denunciato per violazione della legge sulle armi.

La Sezione catturandi della Squadra Mobile ha rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione dell’ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pisa un 30enne originario della provincia di Trapani, da tempo gravitante nel volterrano, con precedenti specifici, ricercato perché deve scontare la pena a tre anni di reclusione per il reato di furto aggravato in concorso. L’ uomo è stato rintracciato con la collaborazione dei colleghi del Commissariato di P.S. di Volterra e, dopo un passaggio in piazza dei Priori sede del Commissariato, è stato portato in carcere.
Alle ore 16:45 di ieri una pattuglia della Squadra Volanti, nel corso di un controllo in centro storico, in via Notari ha rinvenuto e restituito al legittimo proprietario un motociclo marca Yamaha Majestic, risultato provento di furto come da denuncia sporta nella mattina del 14.07.2021 dal proprietario, residente sempre a Pisa.

Alle ore 02:00 circa una pattuglia della Squadra Volanti interveniva in via Mascagni per la segnalazione di un uomo che stava colpendo con una pietra il lucchetto di una bicicletta nel tentativo di asportarla. L’uomo veniva intercettato dalla volante, sebbene avesse accennato ad un tentativo di fuga, e accompagnato in ufficio dove veniva identificato per un 34enne algerino, già noto agli operatori, con precedenti di polizia per reati inerenti gli stupefacenti e contro il patrimonio. Al termine degli adempimenti veniva denunciato per il reato di tentato furto aggravato, ed essendo irregolare sul territorio nazionale veniva trattenuto e messo a disposizione della Sezione espulsioni dell’Ufficio Immigrazione, che ha avviato nei suoi confronti la procedura per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

Alle ore 05:15 una pattuglia della Squadra volanti interveniva in via Aurelia Nord al KM 344, presso il distributore “Aquila”, per allarme intrusione. Sul posto gli operatori accertavano che era stato consumato un furto: ignoti alle ore 05.10 circa, presumibilmente con un’auto, sfondavano l’entrata principale del distributore asportando da un primo controllo la parte interna della cassa automatica. Veniva rintracciato telefonicamente il proprietario del distributore, fatto arrivare sul posto ed invitato a fare denuncia previa rendicontazione del danno. Rilievi a cura Polizia Scientifica, indagini in corso a cura Sezione Reati contro il Patrimonio della Squadra Mobile della Questura.