Il primo cittadino è insieme a Umberto Del Guasta il cui padre, Enrico, perse la vita nel tragico incidente del 1956 a soli 36 anni. ”Orgoglioso di rappresentare a Marcinelle il Comune di Vicopisano e la Regione Toscana, per fare Memoria, affinché tragedie simili non accadano mai più”, l’essenza del discorso ufficiale del Sindaco Matteo Ferrucci a Marcinelle, in Belgio (disponibile sul canale YouTube del Comune).
Il Sindaco è stato a Marcinelle insieme a Umberto Del Guasta, titolare del Ristorante Chez Mes Amis di San Giovanni alla Vena, e figlio di Enrico, ex partigiano a capo del distaccamento Balducci, uno dei 262 uomini che persero la vita nella terribile tragedia della miniera di Bois du Cazier, in occasione del 65° anniversario della strage della miniera di Bois du Cazier e della relativa commemorazione.
”Sono orgoglioso di essere qui a rappresentare il Comune e la Regione _ ha detto il Sindaco, accanto a Del Guasta e davanti alla Vicesindaca di Charleroi, Babette Jandrain, al Console italiano, David Michelut e al direttore del Museo di Bois di Cazier, Jean Louis Delait _ ringrazio profondamente i cittadini, come Umberto e la sua famiglia, le associazioni e le istituzioni che continuano a promuovere, con costanza, la Memoria, i diritti, la giustizia per Marcinelle. E non solo. Sono qui, lo dico a nome dell’Amministrazione, per pronunciare personalmente un grande e intenso ‘grazie’ e per ribadire che continueremo ad adoperarci sia per tenere viva la Memoria sia affinchè questi temi fondamentali del vivere civile siano al centro, perché tragedie simili non devono accadere mai più. Per suggellare questo impegno ho invitato una delegazione istituzionale di Marcinelle a Vicopisano.”
Domenica 8 agosto, giorno dell’incidente, e giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, mentre il Sindaco prendeva parte alla commemorazione ufficiale in Belgio, il Vicesindaco, con delega alla Memoria, Andrea Taccola, ha ricordato, insieme alla famiglia di Umberto, e ad ANPI Vicopisano, rappresentata dal presidente, Pasquale Popolizio, Enrico Del Guasta nei giardini di Via Salutini a Vicopisano, intitolati ai Caduti di Marcinelle, davanti alla statua ‘Il Minatore’. “In quella miniera morirono minatori di molte nazionalità diverse _ è intervenuto il Vicesindaco _ morì una parte di Europa appena ‘nata’, dopo la liberazione e la fine della guerra. Spetta a noi fare Memoria di quella strage, insieme ai familiari delle vittime, affinché, come ha detto il Sindaco Ferrucci a Marcinelle, catastrofi simili non accadano mai più.”