Il decreto ministeriale prevedeva 3 scaglioni in base alla dotazione patrimoniale, concessa la massima dotazione. Oltre 9.200 Euro dal Mibact alla Biblioteca Comunale Peppino Impastato di Vicopisano per l’acquisto di libri. Il decreto del Ministero, che aveva come finalità il sostegno del libro e delle filiera dell’editoria libraria prevedeva tre scaglioni di contributi in base alla dotazione patrimoniale, quella concessa è la massima.
“Utilizzeremo queste importanti risorse _ dice la responsabile della Biblioteca e dell’ufficio cultura e turismo del Comune di Vicopisano, Simona Morani _ per ampliare il nostro catalogo con novità editoriali. Un occhio di riguardo, come sempre, sarà dedicato, con attenzione, alla sezione bambini e ragazzi così come alle scuole, il cui costante supporto per noi è essenziale. Una cifra simile ci permetterà di poter rendere ancora più forte e valida la nostra collaborazione con l’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi, visto l’arricchimento e l’aggiornamento che la nostra offerta riceverà. Dare un servizio sempre più accurato ai nostri utenti, di ogni età, è per noi l’obiettivo primario e per questo accogliamo questo contributo del Ministero con gioia, per poterlo far diventare un contributo per l’intera comunità. Vi aspettiamo in Biblio!”.
“La nostra Biblioteca _ interviene il Sindaco Matteo Ferrucci _ oltre a registrare ogni anno ottime perfomance, tra le migliori della provincia, anche al pari o vicino a biblioteche di Comuni grandi e di città, è un vero presidio socio-culturale. Lo sapevamo, ma durante questa pandemia ce ne siamo accorti ancora di più. Dopo il lockdown del 2020, quando ha potuto riaprire, tra gli alti e i bassi della curva pandemica e le conseguenti restrizioni che si alternavano, la Biblioteca Peppino Impastato è stata un punto di riferimento per tutti, bambini e adulti, grazie alla responsabile, Simona Morani, alla bibliotecaria Laura Martini, all’archivista Filippo Mori e a tutto lo staff che hanno creato, continuamente, iniziative coinvolgenti anche in streaming o in videoconferenza, non rinunciando mai alla relazione con le persone, soprattutto con i bambini e i ragazzi, e poi con la scuola, e portando avanti tante iniziative di successo, come il Vico Book Club. Ci sono sempre stati ed è stato particolarmente importante, così come il loro sostegno imprescindibile ai vari eventi che abbiamo potuto ricominciare a organizzare. Lo dico a nome dell’Amministrazione: siamo davvero soddisfatti di questo cospicuo contributo del Ministero perché è anche un meritato riconoscimento a un buon lavoro quotidiano, svolto sempre con sorrisi e accoglienza. Per dirla in breve: la comunità sa che può contare sempre sulla nostra Biblioteca e su chi la gestisce così bene.”