Un brutto di Pontedera viene battuto per la prima volta in stagione all’Ettore Mannucci, il derby se lo porta a casa con merito la Lucchese per 3-2, che ha mostrato grande dinamismo e maggiore aggressività rispetto ad un Pontedera decisamente opaco, a tratti meno determinato nei confronti della Lucchese. Sono molti i gol al passivo ben 16 nelle prime nove giornate, ma oggi per la prima volta fra le “mura amiche” non hanno funzionato anche il centrocampo mentre spesso Magnaghi e Mutton sono stati lasciati soli a combattere con la retroguardia rossonera.

Maraia lancia Espeche dal 1′ minuto-Nei padroni di casa Ivan Maraia deve fare a meno dello squalificato Matteucci, ma recupera l’ex Espeche e Bakayoko i quali vanno ad affiancare Pretato in difesa a protezione di Sposito. Sugli esterni Perretta e Milani supportati da Caponi in “cabina di regia” Catanese e Barba. In attacco Magnaghi e Mutton.

Primo tempo pirotecnico- Vantaggio dei rossoneri già al 3′ Corsinelli ruba palla a Shiba scarico per Fedato che lascia proseguire Semprini, l’ex di turno con il destro fa secco Sposito. La reazione del Pontedera è rabbiosa: già al 5′ arriva il pareggio firmato da Mutton pronto a raccogliere di testa la punizione di Caponi. 180” il copione si ripete e Bakayoko a saltare in area anticipando Coletta con la difesa ospite immobile. La Lucchese potrebbe pareggiare in due circostanze: al 21′ Visconti da fuori fa la barba al palo e poi Fedato da buona posizione calcia alto. A stretto giro di posta il Pontedera potrebbe triplicare con Magnaghi, prima il suo sinistro viene respinto da Coletta poi la conclusione dell’Ex SudTirol esce di poco. Si riaffaccia in avanti la squadra ospite, prima Baldan obbliga Sposito alla deviazione in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Semprini firma il pareggio correggendo in maniera fortuita la conclusione da fuori di Frigerio. Il primo tempo non offre altre emozioni con la Lucchese comunque ad avere il pallino del gioco in mano.

La ripresa- Al 4′ Visconti se ne va sulla destra il suo cross a cercare Fedato il quale da buona posizione calcia a lato. Continua a premere la squadra rossonera che trova il gol decisivo su rigore, assegnato per l’intervento fuori tempo di Bakayoko su Semprini. Dagli undici metri il destro di Fedato viene intuito da Sposito con palla che finisce ugualmente alle spalle di Sposito. La reazione del Pontedera è tutta in un destro di Magnaghi sui perde a lato, ci provano i padroni di casa ma non riescono ad attaccare con continuità esponendosi alle veloci e ficcanti ripartenze avversarie. Non bastano i cinque minuti di recupero alla squadra di Ivan Maraia per rimettere in piedi la gara, arriva quindi una sconfitta che rappresenta un piccolo campanello d’allarme per il Pontedera 

PONTEDERA (3-5-2): Sposito; Shiba ( 81 Parodi), Espeche, Bakayoko (61′ Pretato); Perretta, Catanese (61′ Benedetti), Caponi, Barba, Milani; Magnaghi, Mutton ( 74′ Mattioli). A disp: Angeletti, Santarelli, Bardini, Di Meo, Marianelli, D’Antonio, Regoli, Del Carlo. All. Maraia.
LUCCHESE (4-3-2-1): Coletta; Papini, Baldan, Bellich, Corsinelli; Visconti (91′ Bachini), Shaka Mawuli, Frigerio (68′ Brandi); Belloni (91′ Nanni), Fedato (84′ Bensaja); Semprini. A disp: Cucchietti, Gibilterra, Babbi, Yakubiv, Dumbravanu, Schimmenti, Lovisa, Ruggiero. All. Pagliuca
ARBITRO: Milone di Taurianova
RETI: 3’ pt Semprini 7’ Mutton , 9 ’ pt Bakayoko , 34’ Semprini (L); 57′ rigore Fedato
NOTE: spettatori ammoniti Catanese, Baldan, Shiba, Fedato, Bakayoko, Magnaghi, Shaka Mawuli, Benedetti, Espeche, Belloni, Milani; angoli 4-5. Spettatori: 600 circa.