La presentazione del match

Nel 14° turno di Serie B i riflettori sono tutti puntati sul “Rigamonti” con il Pisa, secondo in classifica a quota 25 punti, atteso dal Brescia capolista con 27. Nerazzurri reduci dal bel successo per 1-0 contro il Benevento così come i lombardi hanno vinto 3-2 a Vicenza. Un bigmatch che potrebbe dare molte indicazioni sulle reali potenzialità del nostro Pisa. La squadra di D’Angelo recupera Nagy e Lucca dalla squalifica. Ancora out invece Tourè.

Cronaca

Primo Tempo

Prima frazione che parte con le due squadre che si studiano e con pochissime occasioni. La gara si gioca prevalentemente con diversi duelli in mezzo al campo e con il Brescia che ci prova sopratutto con alcuni cross dalle fasce su cui però Nicolas esce sempre attentamente. Portiere brasiliano mai impegnato seriamente sino a questo momento.

Con il passare dei minuti esce di più il Pisa che è sicuramente la squadra che crea le occasioni migliori come quando al 33′ Marin ci prova dal limite con un bellissimo destro a giro che Joronen devia in angolo con la punta delle dita.

Finale di tempo di marca nerazzurra: al 41′ Lucca protegge alla grande il pallone saltando Chancellor che scivola ma purtroppo il destro dell’attaccante nerazzurro è alle stelle. Ancora Lucca al 43′ anticipato di pochissimo da corner e poco dopo Mastinu calcia fuori di poco. Anche l’ultima occasione della prima frazione è del Pisa: Cohen lavora un ottimo pallone per Gucher che con il destro però spara fuori. Termina così senza recupero 0-0 il primo tempo di Brescia-Pisa.

Secondo Tempo

Inizio di ripresa con un centrale di difesa ammonito per parte e con un Brescia che parte più deciso rispetto al primo tempo anche se il primo tiro verso la porta è ancora di marca nerazzurra: al 55′ una punizione da lontanissimo di Lucca che Joronen disinnesca in due tempi. Occasione che sveglia il Pisa che ora gioca meglio: al 56′ Mastinu ci prova da posizione impossibile, attento Joronen. Al 58′ l’occasione migliore: Nagy dal limite dell’area mastica troppo il destro con tanto spazio. Occasione sprecata dall’ungherese.

Ancora Pisa vicinissimo al vantaggio! Da corner al 61′ la palla arriva a Cohen che col mancino da ottima posizione la spara fuori. Nerazzurri molto svegli e in anticipo su tutti i palloni in questa fase del match. Al 66′ palo di Caracciolo! Gran cross di Cohen dalla sinistra, Leverbe spizza e sul secondo palo Caracciolo in spaccata prende in pieno il palo. Ora la squadra di D’Angelo meriterebbe ampiamente il vantaggio.

E al 70′ arriva il golllll! Più che meritato per un Pisa che stava dominando: Sibilli entrato da 5 minuti prende palla sul centro sinistra, si accentra e lascia partire un destro perfetto che toglie la ragnatela sotto l’incrocio della porta di Joronen. 0-1 Pisa al “Rigamonti”!!!

Il Brescia chiaramente cerca di uscire dal guscio dopo la svantaggio ma al minuto 83 l’arbitro assegna il rigore per un contatto su Lucca ma dopo una revisione al VAR cambia idea e ammonisce l’attaccante nerazzurro per una simulazione che onestamente non c’era. Il rigore sicuramente non era netto ma ci sentiamo di dire che sicuramente non fosse simulazione.

Finale di gara tesissimo e nervosissimo. Piovono cartellini gialli ma il Pisa ha una grinta e un agonismo veramente perfetto quest’oggi. E non bastano neanche i 7′ di recupero concessi dal Sig. Sozza al Brescia. Il Pisa espugna 1-0 il Rigamonti e si riprende la vetta della classifica in solitaria con 28 punti sorpassando proprio i lombardi fermi a 27. Tra tre giorni all’Arena arriva il Perugia.

Tabellino

Brescia (4-3-2-1): Joronen, Mangraviti (77′ Ayè), Cistana, Chancellor, Pajac; Bisoli, Van de Looi (66′ Jagiello), Bertagnoli; Palacio (62′ Tramoni), Leris; Bajic (62′ Moreo). All. Inzaghi

Pisa (4-3-1-2): Nicolas, Birindelli, Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Gucher (89′ Hermannsson), Nagy, Marin; Mastinu (72′ Di Quinzio); Cohen (66′ Sibilli), Lucca (89′ Masucci). All. D’Angelo

Reti: 70′ Sibilli (P)

Ammoniti: 38′ Birindelli (P), 46′ Cistana (B), 52′ Leverbe (P), 65′ Van de Looi (B), 69′ Chancellor (B), 85′ Lucca (P), 90′ Di Quinzio (P), 95′ Spalek (B), Caracciolo (P), 97′ Jagiello (B)

Note: arbitro Sozza di Seregno | Angoli 2-7| Recupero 0′-7′