Torna la fiera in piazza F.lli Cervi. Le attrazioni di spettacolo viaggiante saranno aperte al pubblico a partire dal pomeriggio di venerdì 26 novembre fino alla sera di martedì 30 novembre con orario indicativo nelle giornate piene dalle 8.00 alle 22.00, mentre il mercato della fiera sarà presente come tradizione dalle 8.00 alle 20.00 di domenica 28 e di martedì 30 novembre.

”Anche quest’anno – fa sapere l’Assessore Bocciardi – i giostrai hanno messo a disposizione per le bambine e i bambini delle nostre scuole sconti speciali per la giornata di lunedì 29 novembre confermando il rapporto di collaborazione nei confronti della comunità nonostante la grave crisi che li ha colpiti a causa della pandemia”.

Confermate le attrazioni tradizionali del calci in sella per bambine e bambini e per adulti, autoscontro per bambine e bambini e per adulti, nonché le giostrine e i tiri e giochi tradizionali, cui si aggiungono quest’anno gli specchi umoristici ed un nuovo gioco gonfiabile.

Si ricorda a tutti gli utenti che, come disposto dalla normativa nazionale, per accedere all’area del Luna Park è necessario il possesso di valido green pass e che saranno effettuati a campione ripetuti controlli al riguardo da parte dei soggetti competenti.
Gli utenti dovranno inoltre rispettare tutte le norme di distanziamento, di sicurezza e procedere a frequente ingienizzazione delle mani.
Ogni titolare di attrazione di spettacolo viaggiante dovrà a sua volta provvedere al rispetto dell’articolata normativa a suo carico relativa anche alla continua igienizzazione delle attrazioni stesse.

“Insomma in sicurezza e con voluta fiducia nel futuro invitiamo tutti i santacrocesi e chiunque da fuori abbia voglia di venirci a trovare a partecipare alla nostra festa annuale – dice la Sindaca Deidda -. Abbiamo bisogno di vedere le nostre bambine e i nostri bambini e anche le ragazze e i ragazzi più grandi finalmente tornare felici all’aperto sui giochi che tanto li divertono.
Manteniamo le distanze, teniamo le mani igienizzate e soprattutto vacciniamoci e rispettiamo le poche ma essenziali regole di sicurezza e godiamoci almeno per qualche ora un po’ di serena allegria”.