Si interrompe in Gallura la serie positiva del Pontedera, che si presentava in Sardegna forte di tre vittorie consecutive. Se 15 giorni fa il recupero aveva premiato i granata, stavolta sono stati penalizzati uscendo sconfitti in maniera immeritata per 2-0. Il punteggio farebbe pensare ad un dominio della squadra di casa, ma così non è stato. La squadra di Ivan Maraia ha fornito una buona prestazione facendo passi in avanti rispetto alle ultime gare lontano dal Mannucci tenendo a lungo il pallino del gioco, rendendosi pericoloso con Benedetti e Caponi, che hanno trovato sulla loro strada un attento Wan der Want.

Anche nella ripresa è stato efficace, passando dal 3-5-1-1 di partenza con Benedetti dietro a Magnaghi al 3-5-2 dopo l’ingresso in campo di Mattioli. Nel finale però sugli sviluppi di un corner di Emerson, Ragatzu ha battuto Angeletti confezionando la beffa. Poco dopo addirittura l’Olbia raddoppia, Udoh conduce il contropiede premiando l’inserimento vincente di Reanult confezionando una sconfitta molto bruciante ed immeritata per il Pontedera.

Olbia-Pontedera 2-0

OLBIA (3-4-1-2): Van der Want; Brignani, Boccia, Emerson; S. Pinna (76′ Palesi), Lella, Chierico (52′ La Rosa), Travaglini (76′ Renault); Biancu (85′ Occhioni); Udoh, Ragatzu. A disp: Barone, Tornaghi, Mancini, Pisano, G. Pinna, Belloni, Lapia, Sanna. All. Canzi

PONTEDERA (3-5-1-1): Angeletti; Matteucci, Espeche, Bakayoko; Regoli (61′ st Shiba), Barba, Caponi, Catanese, Peretta (92′ Benericetti); Benedetti (71′ Mattioli); Magnaghi. A disp: Sposito, Santarelli, Parodi, Bardini, Marianelli, D’Antonio, De Ioannon. All. Maraia.

Arbitro: Petrella di Viterbo

Reti: 90′ Ragatzu, 93′ Renault

Note: Ammonito Renault. Angoli 2-6, rec. 1’+4′. Spettatori 300 circa