Le pattuglie della Squadra Volanti della Questura sono intervenute martedì intorno alle 13.30 al passaggio a livello di via di Putignano, dove un anziano residente era stato avvicinato da due soggetti che, simulando di essere stati inavvertitamente colpiti allo specchietto della propria vettura dall’anziano in transito in senso opposto sull’altra corsia di marcia, pretendevano un risarcimento immediato ed in contanti sul posto. L’anziano, subodorando una truffa (c.d. dello specchietto), ha simulato di allertare un familiare ma in realtà ha chiamato il 112 NUE (Numero Unico Europeo); una volante si è fiondata sul posto e ha bloccato l’auto dei due truffatori, che nel frattempo avevano mangiato la foglia, poco distante dal luogo. I due, residenti tra Adrano e Noto (CT), 31 e 18 anni, con precedenti specifici, al termine degli accertamenti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per il reato di tentata truffa in concorso. Oltre a rispondere penalmente del misfatto, ai due è stato anche intimato, con la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio simultaneamente disposto dal Questore, di fare rientro nei luoghi di residenza, con divieto di ritorno a Pisa per 3 anni pena ulteriore denuncia alla procura della Repubblica.