Sono l’imbattibile fiore delle festività, il tocco rosso natalizio che non può mancare nelle case, ma sono anche diventate nel presente pandemico un meraviglioso simbolo di speranza, coraggio e resilienza. La Stelle di Natale è il fiore che gli agricoltori di Coldiretti Pisa hanno scelto di donare a medici, infermieri e personale sanitario dell’Ospedale Cisanello in occasione dell’iniziativa #Stelleincorsia che si è tenuta mercoledì 22 dicembre. Un fiore che in Toscana significa il primato nazionale con 10 milioni di esemplari. Un fiore con cui Coldiretti ha rinnovato l’invito a vaccinarsi. “La Stella di Natale – ha spiegato Francesco Ciarrocchi, Direttore Coldiretti Pisa – è una produzione di eccellenza della nostra magnifica regione che anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, abbiamo voluto donare al personale sanitario in segno di gratitudine e riconoscenza. Un impegno che la nostra organizzazione vuole continuare ad esaltare”. 

La presenza della poinsettia nelle corsie e negli hub vaccinali, così come nelle abitazioni private, ambienti di lavoro, ha molteplici finalità: portare un tocco di colore, festa e bellezza all’interno degli ambienti indoor,  valorizzare una della piante delle feste più amate ai fini anche della riduzione dell’inquinamento all’interno degli ambienti chiusi. La Stella di Natale è, secondo IBE-CNR e Coldiretti Toscana, uno straordinario filtro naturale. La stella di Natale ha infatti capacità di assorbire il formaldeide presente in colle, solventi, pavimenti, rivestimenti oltre che nelle sigarette, benzene presente nelle vernici e fumo di sigaretta e xilene prodotte da stampanti, fotocopiatrici e computer. Una funzione che, Coldiretti, è impegnata a far conoscere e promuovere.  

Per informazioni www.pisa.coldiretti.it  oppure pagina ufficiale Facebook @coldirettipisalivorno