E’ stata pubblicata sul sito web del Comune di Pisa la procedura pubblica, riservata alle associazioni culturali del territorio comunale, per la concessione in uso dei locali del centro espositivo Sms, alla Piagge.

“Si tratta di un impegno che avevamo preso con le associazioni – dichiara l’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani – e che adesso trova finalmente soluzione. Il centro SMS, anche per la sua conformazione architettonica, diventerà la casa della cultura cittadina, una sorta di “condominio” per quelle associazioni che cercano spazi anche per avere una sede legale, operativa o anche creativa. Adesso avranno a disposizione un luogo fisico e un’area condivisa, con spazi comuni, per svolgere le proprie attività, dalla grande sala al piano terra, alla chiostra interna, all’anfiteatro esterno”

Sono dodici le associazioni a cui verrà affidato uno spazio esclusivo per la propria sede legale, nei vani (9 al pian terreno e 3 al primo piano) del Centro espositivo che sono stati individuati. Alle associazioni concessionarie verrà applicato un canone agevolato per gli spazi in uso ed offerta la possibilità di utilizzare le grandi sale comuni secondo una rotazione sulla quale le stesse si accorderanno tra loro. La concessione avrà una durata biennale rinnovabile fino ad ulteriori due anni.

Gli interessati potranno presentare domanda entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 20/01/2022. Possono presentare domanda i seguenti soggetti: a) in via prioritaria, gli Enti di cui al D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 recante Codice del Terzo settore, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106, ovvero Organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, associazioni riconosciute, fondazioni e Onlus costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, purché espressamente volte alla promozione culturale della città e che effettuano in via continuativa o ricorrente, iniziative culturali a beneficio della collettività di Pisa; b) in via residuale e con carattere di straordinarietà, le Associazioni non riconosciute e Comitati, che non abbiano finalità di lucro e che effettuano in via continuativa o ricorrente, iniziative culturali a beneficio della collettività di Pisa.