Tanta partecipazione per “Dimmi”, ( Diari multimediali migranti), l’ iniziativa inserita nell’evento “Basta un vento lieve – DiMMi on tour”, che sabato 18 dicembre ha toccato Pontedera, offrendo l’opportunità di incontrare gli autori dei racconti e conoscere le loro storie. L’appuntamento del mattino si è svolto in due scuole superiori ( Fermi e Ipsia ) con una presentazione all’interno della quale gli studenti hanno incontrato gli autori Mamadou Diakite, Paule Yao e Clementine Pacmogda.
Nel pomeriggio, alla Biblioteca Gronchi di Viale Rinaldo Piaggio, spazio per la Human Library. “Una biblioteca dove i libri che si possono prendere in prestito sono persone in carne ed ossa, raccontando le loro storie di stereotipi, di pregiudizi, di discriminazione e mostrando come la “diversità” sia un valore aggiunto e un arricchimento per la collettività”, è stato detto. “L’incontro con le storie umanissime di giovani uomini e donne. Storie di stereotipi, di pregiudizi, di discriminazione che hanno colpito e coinvolto le nostre studentesse e i nostri studenti mostrando come la “diversità” sia un valore che può contribuire alla crescita di una comunità autenticamente più consapevole”, ha spiegato l’assessore alle politiche educative Francesco Mori commentando l’evento che si è svolto negli istituti superiori.

“La ricerca di una vita migliore, andare verso la realizzazione dei propri sogni, il fuggire da guerre, conflitti e situazioni di violenza: tutto questo e molto di più nei racconti dei migranti raccolti dal progetto DIMMI, che come amministrazione abbiamo voluto diffondere e portare all’interno della nostra comunità, con la convinzione che la conoscenza diretta delle storie e delle persone siano l’antidoto più forte contro le discriminazioni e il razzismo”, ha aggiunto l’assessore alle politiche sociali Carla Cocilova.