Il sindaco e vicesindaco avevano promesso che sarebbe stato il loro primo intervento appena insediati, quello della messa in sicurezza dei ponti sul canale emissario, ma a distanza di oltre un anno dal loro insediamento, nulla è stato fatto. Lo affermano i consiglieri Dario Rollo e Lorenzo Peluso del gruppo “Valori e Impegno Civico Dario Rollo”. “Addirittura da oltre 7 mesi il ponte di via Menotti è stato chiuso al transito pedonale e carrabile e, ad oggi, il ponte risulta ancora chiuso e non transitabile e non si vedono spiragli di una prossima apertura, nonostante le promesse da parte degli attuali amministratori. Quante bugie raccontate ai cittadini! – accusano Rollo e Peluso. Lo scorso maggio il sindaco emetteva una prima ordinanza di chiusura del ponte sull’emissario del canale Imperiale ordinando alla Regione Toscana di adottare tutti i necessari interventi per la messa in sicurezza del manufatto entro 10 giorni dalla notifica del provvedimento e intimava la Regione stessa ad eseguire i lavori da parte di ditta specializzata comunicando al comune di Cascina le condizioni di transitabilità del ponte, sia sotto l’aspetto carrabile che pedonale. In caso di non ottemperanza, il comune di Cascina avrebbe contestato la contravvenzione e applicato la sanzione amministrativa pecuniaria provvedendo all’esecuzione dei lavori con spese a carico della stessa Regione. Tutto questo si leggeva nell’ordinanza n. 27 del 24 maggio 2021. Ebbene, il 4 agosto 2021, dopo appena 2 mesi dalla prima ordinanza e senza aver fatto ottemperare quanto ordinato, il vicesindaco firmava una nuova ordinanza che revocava l’ordinanza precedente richiamando un verbale di incontro con la Regione Toscana e Settore Genio Civile Valdarno Inferiore del 20 gennaio 2021 nel quale risulterebbe l’attivazione di un percorso condiviso finalizzato alla definizione delle competenze in materia di manutenzione dei ponti sul canale emissario del comune di Cascina. E allora ci si domanda: ma tutto ciò non si conosceva già a maggio quando è stata firmata la prima ordinanza? Gli attuali amministratori si sono resi conto di aver emesso una prima ordinanza completamente senza senso e priva di qualsiasi appiglio normativo tanto da renderla completamente inefficace e l’hanno revocata. Gestione che dimostra l’incompetenza amministrativa degli attuali amministratori e la confusione in cui versa l’intera amministrazione nel governare il territorio. Per quanto tempo ancora continueranno gli enormi disagi ai cittadini che sono costretti ad allungare il percorso per raggiungere le propri abitazioni o recarsi a lavoro? – domandano Rollo e Peluso. Meno male che furono effettuate verifiche tecniche e di stabilità su alcuni ponti sull’Emissario nel recente passato, dopo decenni di nulla – affermano i consiglieri comunali. Si stabilirono dei limiti di peso per il transito ma si evitò la completa chiusura dei ponti. Le risorse a bilancio ora ci sono, lasciate dalla passata amministrazione. Invitiamo gli attuali amministratori a prendersi le proprie responsabilità ed affrontare il problema intervenendo per la messa in sicurezza e garantendo nuovamente la transitabilità del ponte – concludono i consiglieri.